Pronostici su questo grande week end di MMA italico

Come è già stato detto e scritto a profusione, questo fine settimana si annuncia epico anche per il mondo delle MMA italiche Parecchi nostri atleti coinvolti in match importanti, alcuni entreranno in gabbia o sul ring da favoriti, altri dovranno ribaltare il pronostico. Quello che ci sembra evidente è che non ci sono accoppiamenti proibitivi, ognuno dei nostri ha le sue chances da giocarsi,  speriamo che i risultati siano positivi, per loro e per tutto il movimento. Premesso che di Marvin Vettori e del suo match parleremo a parte…..

Partiamo da ONE CHAMPIONSHIP 100,  dove abbiamo:

Mauro Cerilli vs Arjan Bhullar: questo è un match complicato, ma…siamo a ONE, è giusto così. Il canadese ha un background da wrestler di ottimo livello, è uscito da UFC in maniera inaspettata venendo da 3 vittorie e una sola sconfitta, peraltro l’unica in carriera. Di certo predilige il corpo a corpo e credo che vorrà impostare questo tipo di match anche contro al nostro Hammer.   Se lo svolgimento sarà questo credo che Bhullar possa considerarsi favorito ma tutti hanno un punto debole e il suo potrebbe essere nella mascella, mai testata veramente. Mauro dovrà colpire, in carriera le sue vittorie più convincenti le ha ottenute al primo round andando a cercare l’avversario, non credo che dovrà stravolgere le sue caratteristiche. Provare a metterlo giù subito, comunque prendere vantaggio per poter poi gestire il match. Facile da dire… ma non lo chiamano Hammer per nulla.

 

Passiamo a Bellator Milano, dove abbiamo alcuni rappresentanti impegnati contro atleti stranieri.

Alessio Sakara vs Canaan Grigsby:  Per status, background,qualità degli avversari incontrati in carriera ed esperienza, il Legionario partirà da favorito netto in questo match. Detto questo, sappiamo che quando si chiudono le porte della gabbia tutto può succedere.  La carriera di Grigsby non dice molto ma il fatto che le vittorie sono arrivate prima del limite ci dice che ha una buona potenza. Sakara dovrà disinnescarlo senza imbattersi in pugni d’incontro come successe con Kauppinen. Ne ha tutte le possibilità.

Stefano Paternò vs Ashley Reece:  Paternò è uno degli atleti di punta del movimento italiano, è stato campione in Cage Warrior prima di perdere la cintura contro Ross Houston un anno fa (verdetto discutibile).  Da allora un infortunio gli ha impedito di combattere. Rientra a Bellator davanti al pubblico amico, contro un atleta ostico, che ha una sola sconfitta in carriera e ha già due vittorie per questa promotion.  Si prospetta un match avvincente, l’inglese predilige i match a viso aperto Stefano ha tutte le qualità per poterlo battere. Unico neo del nostro atleta è sempre stata una “partenza lenta”, in genere viene fuori alla distanza.  Spero abbia lavorato su questo aspetto perchè a questo livello non si possono regalare round agli avversari,  dovesse succedere il rischio di avere rimpianti in seguito è alto.

Nicolò Solli vs Daniel Cassell:  entrambi hanno vinto all’esordio per questa promotion a Birmingham e si sono guadagnati la possibilità e l’onore di combattere davanti al milanese.  Del “Re delle scimmie” posso dir poco: ha solo sei match all’attivo tra dilettante e pro, imbattuto, margini di miglioramento inesplorati. L’avversario sembra alla portata anche se ha sicuramente più esperienza dall’alto degli 8 match da pro e dei mondiali IMMAF disputati da dilettante. Più che di pronostico si può parlare di curiosità e speranza, capire cioè se Solli verrà respinto dal primo test veramente duro della sua carriera, oppure come tutti ci auguriamo, stiamo parlando di un top prospect. Incrociamo le dita!

Dragos Zubco vs Hesdy Gerges: del fatto che avrei preferito un match di kick ho già scritto ma questo non vuol dire che non ci sarà divertimento a vedere questi due colossi dentro alla gabbia.  Zubco ha istinto offensivo, non credo lo snaturerà, cercherà la battaglia. Gerges non ha entusiasmato a Genova ma di certo sarà venuto avanti. Può succedere di tutto, dalla soluzione in pochi secondi fino ai punti. Vincerà chi si saprà adattare meglio alla nuova realtà in cui sono calati, speriamo sia Dragos.

Andrea Fusi vs Walter Pugliesi: qui non si tifa perchè sono in gabbia due italiani, speriamo che riescano a dare il meglio. Ho già scritto che non sono amante delle rivincite, per me il match di Genova poteva anche bastare, ma capisco che se una promotion come Bellator ti chiede un match, è difficile (e talvolta controproducente) dire no. A Genova il risultato arrise a Fusi che fu abile ad irretire l’avversario, vedremo se Walter avrà fatto tesoro dell’esperienza. In bocca al lupo a entrambi.

 

Finiamo con European Beatdown 7 dove combatte

Enzo Maria Iezzi vs Gaetano Pirrello:  Iezzi a inizio carriera era considerato un prospetto interessante, poi i risultati non sono stati pienamente soddisfacenti. Ha alternato buone prestazioni con alcune sottotono,  ma ultimamente sembra tornato sulla retta via. Contro Pirrello partirà sfavorito: El Tigre ha parecchi match alle spalle, è uno degli idoli locali e in passato ha già battuto Scianna e Percy Herrera. Oltretutto c’è da scommettere che se si arriverà ai punti i giudici avranno un occhio di riguardo per lui. Servirà il miglior Iezzi, in caso di vittoria si entra in una dimensione diversa e si aprono tante porte. Ma anche dovesse andar male, combattere all’estero con pubblico ostile è comunque una esperienza utile nel bagaglio di crescita di un atleta. In bocca al lupo!

Niente altro da aggiungere. In alto i cuori e forza ragazzi.

Dp

 

 

 

 

Categoria
BELLATORMMA

ARTICOLI COLLEGATI