GIANNI MELILLO E LUCREZIA RIA SABATO A UAE WARRIORS 20

Ottime notizie per i fans italiani delle MMA. Sabato 19 giugno a UAE Warriors 20 ad Abu Dhabi entreranno nella gabbia due atleti di punta del panorama italiano, Lucrezia Ria e Gianni Melillo.

Questo sarà in realtà il venticinquesimo evento della promotion emiratina fondata nel 2012 che ne ha tenuti anche in Brasile, Tailandia, Malesia e Bulgaria coinvolgendo centinaia di atleti da oltre 50 paesi diversi.

Lucrezia Ria, 28 anni, è allieva di Emiliano Lanci di Modena ed ha un record pro di 8-2 con 6 successi per sottomissione ed 1 per Ko. Ha vinto il suo ultimo match al Dana White Contender Series nel 2019 battendo la brasiliana Marilia Santos oggi in INVICTA FC. Ad oggi si tratta di uno dei più grandi risultati nella storia delle MMA italiane. Da dilettante invece è stata campionessa mondiale IMMAF nel 2015 battendo la famosa pugile e kickboxer francese Lucie Bertaud oggi fighter di Bellator MMA.

Lucrezia Ria al Dana White Contender Series

Questa volta se la vedrà nei Mosca con la venezuelana Carolina Jimenez, 6-0 da pro con 2 KO e 2 sottomissioni all’attivo. L’ultimo suo match è stato nel torneo Invicta FC: Phoenix Series 2 nel 2019 e come tale non è inserito nel record ufficiale. Venne sconfitta ai punti contro Kailyn Hansen della 10th Planet Jiu Jitsu, oggi fighter UFC (ha perso ai punti lo scorso novembre contro Cory Mckenna).

Gianni Melillo ha 36 anni ed è oggi in forza al Team Aurora MMA di Roma. Da pro ha uno score di 13-6 con 8 ko e 2 sottomissioni. Veterano di Bellator, Cage Warriors ACA e Babilon MMA ha vinto i titoli in MAGNUM FC E SLAMM FC oltre ad essere stato title contender nella tedesca GMC. Il fighter pugliese cerca riscatto dopo la sfortunata esperienza in Bellator. Sconfitto in short notice niente meno che da  Michael “Venom” Page a Londra nel 2019 è stato infatti finalizzato il 1 ottobre scorso a Milano dal veterano del Cage Warriors Lewis Long.

Sabato affronterà nei Medi il libanese dal curioso soprannome (per un arabo) Mohammad “o lutador” Karaki. Professionista dal 2012, dopo 8 vittorie consecutive (3 per ko e 5 per sottomissione) ha subito la sua prima sconfitta (ko al primo round) nel suo ultimo match, il debutto in ONE FC contro “The Burmese Python” Aung La N Sang. È stato campione nelle promotion arabe DESERT FORCE e PHOENIX FC.

Il main event della serata vedrà invece impegnato nei Gallo l’ex UFC Ray Borg (13-5 MMA, 7-5 in UFC) che nel 2017 arrivò al quinto round nella sfida per il titolo Mosca UFC contro il grande Demetrious Johnson. Sabato affronterà invece il wrestler canadese Jesse Arnet (18-6 con 3 KO ed 11 sottomissioni; campione nelle promotions canadesi TKO; HARD KNOCK OUT e ZP).

Co-main event nei Leggeri tra l’ex ACA e campione di varie promotion totali Attila Korkmaz (11-5 con 4 finalizzazioni) e l’armeno  Martun Mezhlumyan (11-2 con 7 ko e 2 sottomissioni). I fans italiani se lo ricordano bene perché vinse il titolo Eagles FC battendo per split decision Valeriu Mircea nel febbraio 2020.

Noto nella Penisola è anche lo spagnolo Acoidan Duque avendo sconfitto ai punti lo scorso ottobre a Bellator Milano il nostro Carlo Pedersoli Jr. Può vantare 16 vittorie (2 per KO e ben 11 per sottomissione) e davanti nei Welter avrà il polacco Daniel Skibiński, record 17-5 con 6 ko ed 1 sottomissione, quasi tutti match nell’ottima promotion polacca Babilon MMA.

 

Categoria
ALTRE PROMOTIONMMA

ARTICOLI COLLEGATI