ALISTAIR OVEREEM TORNA ALLA KICKBOXING, HA FIRMATO CON GLORY

Alistair Overeem ha lasciato ufficialmente il mondo delle MMA ma non quello degli sport da combattimento. È stato infatti annunciato il suo ingresso (con un contratto pluriennale) in GLORY, la promotion di sola Kickboxing che in questo sport si contende la leadership mondiale con ONE FC (che però fa anche MMA e muay thai). Fondata nel 2012 ad oggi ha organizzato 85 eventi in tutto il mondo, Italia compresa. Vi hanno combattuto campioni come, tra i tanti, Giorgio Petrosyan, Semmy Schilt, Anissa Meksen, Gabriel Varga e Robin Van Roosmalen. Glory in particolare punta moltissimo sui Pesi Massimi avendo già nel suo roster, oltre al campione Rico Verhoeven, Jamal Ben Saddik, Bad Hari, Ben Adegbuyi, Levi Ritgers, Hesdy Gerges e molti altri.

Non sono noti i dettagli economici dell’accordo ne data ed avversario del debutto.

Per Overeem è un ritorno al passato avendo combattuto nella Kickboxing ad inizio anni 2000. Va anzi detto che con soli 14 match (10 vinti, 7 per KO) “the Reem” ha ottenuto proprio sul ring il più grande successo della sua carriera quando nel 2010 vinse il K1 World GP mettendo KO una leggenda della Kickboxing come Peter Aerts. All’epoca infatti il K1 non aveva concorrenti negli sport da ring ed era in assoluto la promotion del Fighting più seguita al Mondo.

Overeem era stato tagliato da UFC lo scorso febbraio dopo il KO subito per mano di Alexander Volkov. Negli ultimi 3 anni aveva combattuto 8 volte ottenendo 4 vittorie ed altrettante sconfitte, in tutti i casi sempre per KO o TKO. Dotato sicuramente di un ottimo striking (ha vinto 25 match su 47 nelle MMA per KO) i dubbi su di lui riguardano più che altro la sua capacità di incassare i colpi che negli ultimi match è sembrata essersi molto ridotta. E se è vero che i guantoni da 10 once danno una maggiore protezione dei guantini da 4 oz è altrettanto vero che davanti si troverà solo dei grandissimi striker.

 

 

Categoria
KICKBOXING

ARTICOLI COLLEGATI