Valdarno Fight Night, ottima serata di sport

Ottimo evento organizzato da i due esperti promoter Fabio Iaiunese e Pietro Falco. L’appuntamento nel Palasport di Matassino a Figline Valdarno ormai è diventato un appuntamento storico del fighting toscano. I due promoter riescono a riempire il Palasport della cittadina toscana e per lunghi tratti per parte del pubblico presente sono stati disponibili soltanto posti in piedi. Lo spettacolo è stato all’altezza del pubblico presente. Il livello generale della kickboxing italiana si sta alzando notevolmente e sono molti gli incontri che hanno offerto spettacolo:

Lorenzo Corsetti vs Adrian Mohorea

Incontro equilibrato tra il fighter del team Jakini e quello della Fight Gym, la prima ripresa probabilmente da assegnare a Corsetti che riesce a sfruttare le sue lunge leve per anticipare l’avversario con diretti precisi, nelle altre due riprese è Mohorea a mettere a segno i colpi più significativi. L’incontro resta comunque sempre molto equilibrato. Il verdetto alla fine premia il fighter della Fight Gym per pochi punti di differenza

Davide Pellini vs Marcello Bernardini

Incontro davvero bello e spettacolare tra l’atleta del team Curci e quello della Pro Fight Lucca. Entrambi i fighter sempre molto tecnici e puliti nelle combinazioni. Emozioni a non finire. Nella prima ripresa Bernardini va a vuoto con un gancio sinistro e il rientro di Pellini gli costa caro visto che con un preciso diretto destro alla mascella lo manda al tappeto. Nella seconda ripresa Bernardini parte fortissimo deciso a rifarsi e a metà ripresa costringe Pellini alle corde e dopo una precisa combinazione di braccia a due mani lo fa contare. Nella terza ripresa ci si aspetterebbe un calo di Pellini e invece i due fighter non si risparmiano e scambiano colpo su colpo fino alla fine. Per i giudici e parità. Anche per il pubblico match davvero spettacolare, nessuno dei due avrebbe meritato la sconfitta

Patrizio Piscitelli vs Alessandro Gassi

Piscitelli è uno di quegli atelti che non si tira mai indietro, che non si fa spaventare mai dal nome dell’avversario e da battaglia a tutti. Grassi non lo avevo mai visto e devo dire che mi ha fatto un’ottima impressione. Nella prima ripresa si capisce subito che sarà un incontro bellissimo. Grassi impressiona per la reattività e la velocità dei suoi rientri e forse si aggiudica la ripresa. Nella seconda e nella terza ripresa si assiste al rientro di Piscitelli che piano piano fa valere la sua esperienza e mette a segno colpi di pregevole fattura complice anche il calo atletico di Grassi. Alla fine gran match. Ottima vittoria di Piscitelli ma questo Grassi è un atleta da tenere d’occhio perché può davvero fare bene

Falchetti vs Hurtado

Unico match femminile nella kickboxing della serata e bisogna dire che si è trattato di un bellissimo match. La Falchetti parte all’attacco e la Hurtado cerca di agire di rimessa. Nella prima ripresa la Falchetti impone il suo ritmo e mette a segno i colpi più precisi. La Hurtado si mantiene sempre composta e ribatte colpo su colpo ma viene costretta alla corde in un paio di occasioni. Anche nella seconda ripresa la Falchetti sempre all’attacco ma la Hurtado riesce a mettere a segno un bel pugno girato e altri due colpi di pregevole fattura. Nella terza ripresa la Hurtado Cresce e la Falchetti cala un po’. Alla fine vittoria di Sara Falchetti sostanzialmente giusta, un plauso a questa atleta che da quasi dieci anni affronta le avversarie più forti in circolazione. E anche alla Hurtado che è sembrata cresciuta tecnicamente rispetto a precedenti prestazioni ma che nell’incontro di ieri pagava un po’ il combattere in una categoria superiore alla sua.

MMA femminili Roberta Piras vs Matilde Martini

Bellissimo incontro femminile tra due atlete che non si sono risparmiate e che hanno dato vita ad un ottimo spettacolo. Roberta Piras si fa preferire per alcune tecniche di lotta e in un paio di occasioni potrebbe chiudere il match con un triangolo e con un armbar che sfumano soltanto per la forza di volontà della sua avversaria. Matilde Martini dal canto suo mette una pressione incredibile, ribalta un paio di volte la monta e mette a segno colpi pericolosissima da un gnp che potrebbe far finire il match a suo vantaggio. Alla fine il verdetto premia ai punti la Martini ma il match è stato sostanzialmente equilibrato ed entrambe le atlete possono davvero fare cose importanti in questa disciplina dove mancano atlete di spessore, chissà che una di loro non possa arrivare a circuiti importanti.

Gli altri match di MMA non li ho potuti seguire perché avevo anche io un atleta in gara ma mi riferiscono che lo spettacolo è stato di “quelli che ne valeva la pena”.

Eventi come quello di Figline fanno bene allo sport da combattimento e ci si augura che il pubblico che assiste ai nostri sport possa allargarsi sempre di più.

A mio parere il match più bello è stato Pellini vs Bernardini ma davvero match non all’altezza non ci sono stati, anzi mi sento di segnalare due ragazzi classe N che hanno aperto la serata Francesco Sodini e Matteo Menconi (spero di ricordare bene i nomi) che a prescindere dal risultato, sembravano combattere entrambi come dei classe A esperti. Complimenti a loro.

Paolo Morelli

Categoria
Uncategorized

ARTICOLI COLLEGATI