Una cintura cambia padrone a ICF 4

Alessandro Botti vs. Abner Lloveras

Sabato scorso al Teatro Principe di Milano si è svolta ICF 4, evento che prevedeva 8 match professionisti di MMA e aveva il suo cardine nel match valevole per il titolo dei pesi leggeri tra il nostro Ale Botti e il catalano Lloveras.

A prevalere è stato lo sfidante: sono bastati pochi secondi per rendersi conto di essere al cospetto di un fighter di un certo livello. Botti ha provato a dare battaglia ma è finito KO a metà del primo round tra lo sgomento dei suoi tanti supporters.

Da lodare la sportività del brianzolo, che è stato il primo a congratularsi col neo campione alzandogli il braccio e accettando la sconfitta.

Il co-main ci ha detto che Walter Pugliesi ha un luminoso futuro davanti.

Il match con Hassanzada nascondeva delle insidie ma il milanese ha preso le misure, scosso l’avversario con un paio di ganci precisi e finalizzato con una ghigliottina che ha impressionato per velocità di esecuzione.

La striscia di match vinti da Pugliesi al primo round si allunga e non può passare inosservata, siamo curiosi di rivederlo, magari con avversario di caratteristiche differenti.

Il resto della card è stato piacevole, i match sono stati tutti combattuti.

Registriamo la vittoria di Fasciano che al momento è uno step avanti rispetto al valoroso Esposito, di Pagliariccio, talentuoso ma che per fisico ci sembrerebbe più portato verso i 57 kg e che dovrà irrobustirsi per arrivare al top dei 61, poi di Rocca e Panzetta al filo (sottile) su Moricca e Rosi.

Tornano alla vittoria Fusi e Penini, anche se il veronese se l’è inopinatamente vista brutta in avvio, colpito duro da Demontis.

A livello organizzativo c’è poco da dire: ormai i meccanismi sono oliati e il prodotto fornito agli spettatori è ottimo, anche se la location non aiuta e forse dovrebbero pensare seriamente ad abbandonarla.

Piacevole anche il fatto di poter vedere dal vivo due fighter UFC come Jan Blachowicz e Gunnar Nelson.

Il prossimo mese ICF farà tappa a Torino e metterà in palio due cinture; si viaggia verso l’obiettivo annunciato delle sei card in un anno, traguardo che isserà la promotion al top italiano, aspettando che la concorrenza batta un colpo a partire dall’annunciato matrimonio tra Venator e BTF.

Un periodo interessante sta arrivando, stay tuned, amici.

[Ph: Fabio Barbieri https://www.facebook.com/fabiobarbieriphotography/]

Categoria
ITALIAN CAGE FIGHTINGMMA ITALIANE

ARTICOLI COLLEGATI