Trionfa la Muay Thai nella notte pisana

Reportage e tutti i risultati di "The Night of Siam 2"

Anche la seconda edizione di “The Night of Siam” è stata archiviata. Ieri sera infatti si è svolto l’evento organizzato da Simone Benedettini della Kurosaki Dojo, che prevedeva svariati match di Muay Thai e Fight Code Rules e a cui abbiamo avuto il piacere di assistere.

Partiamo dal fattore pubblico: c’è stata un’ottima affluenza già durante gli incontri dei dilettanti (il che è un buon segno), e man mano che la serata entrava nel vivo il palazzetto si è riempito sempre di più. Non abbiamo i dati ufficiali a riguardo, ma ad occhio potremmo dire che, rispetto alla capienza massima, c’è stato il quasi tutto esaurito. Tavoli a bordo ring tutti occupati, e guardando gli spalti c’erano pochissimi posti vuoti. Il problema riguardante il pubblico in Italia, ormai è risaputo e si è detto infinite volte, è che purtroppo le persone tendono ad assistere al match del proprio beniamino o a uno cui sono particolarmente interessati e poi vanno via. E anche qui nessuna eccezione: alcuni (fortunatamente pochi però) sono andati via dopo aver fatto il tifo per un match senza aspettare il main event.. fatto sta che si sono persi un grandissimo incontro internazionale.

Detto questo comunque per ogni incontro, anche quelli dei dilettanti, il pubblico si è sempre fatto sentire con un forte tifo (e mai fischi anche di fronte alla sconfitta del proprio preferito).

La serata si è aperta con 5 incontri dilettanti e, al contrario di quanto possa pensare qualcuno, non sono stati noiosi. Anzi, tra i vari atleti che hanno combattuto qui ne sono spiccati alcuni in particolare. Lisa Marziale (Kurosaki Dojo) è una ragazza giovane, con una lunga strada davanti e un bel margine di miglioramento a livello tecnico, ma già adesso si è fatta notare per la sua tenacia e la sua caparbietà portandosi a casa la vittoria per giudizio unanime. Vito Vitulli sembrava quasi un agnellino a guardarlo fuori dal ring, ma appena è entrato ha fatto parlare le mani e ha vinto all’unanimità. Andrea Conti e Gianluca Guerrini hanno fatto un bel match, conclusosi in parità.

Prima di dare inizio alla card pro, oltre alla premiazione di Stefano Giannessi da parte della Kurosaki Dojo, è giusto far notare che c’è stato anche un piccolo tributo per il pugile Piero del Papa, scomparso proprio ieri, “figura storica dello sport cittadino, da sempre vicino ai colori nerazzurri e simbolo della pisanità.”

Nella card dei professionisti è il caso di dire che se ne sono viste delle belle, per davvero. A rompere il ghiaccio ci ha pensato Samuel Niako: segnatevi bene questo nome, perché farà parlare di sé. Niako ha spento il suo avversario Danilo Iacovino al secondo round. E, tra gli altri, un prospetto decisamente interessante, già noto ai più, è Fatmir Gordi dello Spartan Dojo che vince per TKO alla seconda ripresa.

Per gli atleti della Kurosaki Dojo coinvolti negli incontri e sostenuti con un tifo da stadio, non è stato tutto rose e fiori: Blauvelt purtroppo perde per KO al primo round contro un fortissimo Leonardo Raffa, ma siamo certi che avrà modo di rifarsi (dalle sconfitte si impara sempre); Filippo Marras conclude il match in parità contro Alex Desirelli, i due hanno dato un grande spettacolo. Il tanto atteso main event internazionale se lo aggiudica l’ospite greco Sarkiris, battendo Nicola Mammini dopo tre round molto combattuti. Mammini è stato all’altezza, si è fatto valere senza alcun dubbio: si è trovato di fronte ad un avversario veramente tosto. Complimenti ad entrambi per aver messo su un grande spettacolo come conclusione della serata.

In sintesi, Simone Benedettini ci ha messo tanto impegno (e umiltà) e nel suo piccolo è riuscito a fare un grande lavoro, sdoganando anche un po’ le solite dicerie del tipo: evento “locale” = “noia”/”sagra della porchetta”. In una sola serata ha svolto diversi ruoli, in particolar modo coach per i suoi atleti. Ha portato grandi nomi, già noti, e soprattutto ha portato Pubblico. Pisa è una città piccola (non è Milano) ma con persone che rispondono positivamente a eventi di questo tipo, per cui non è male come risultato.

Un evento piacevole, ben curato, e siamo sicuri che crescerà anno dopo anno.

Di seguito riportiamo tutti i risultati completi di The Night of Siam 2, con alcuni scatti della serata.



CARD DILETTANTI (contatto pieno):

Lisa Marziale batte Sara Innocenti per verdetto unanime.


Giulia Pucci batte Ersiola Ganaj per verdetto unanime.


Vito Vitulli batte Giacomo Cintoli per verdetto unanime.


Vittorio Bianchini batte Rosario Gottardi per verdetto unanime.


Andrea Conti vs Gianluca Guerrini termina in parità.



CARD PRO:

FCR 75 kg – Samuel Niako (Top Fight) batte Danilo Iacovino (Playoff) per KO al 2° round.


MT 67 kg – Gianni Pinassi (Spartan Dojo) vs Rukshan Emaduwa (Top Fight) termina in parità.


MT 58 kg – Alex Desirelli (Seconds Out) vs Filippo Marras (Kurosaki Dojo) termina in parità.


MT 63,5 kg – Leonardo Puccio (Spartan Dojo) batte Davide Cavarra (Team Narayan) per verdetto unanime.


MT 64 kg – Leonardo Raffa (Fight Club Firenze) batte Christian Blauvelt (Kurosaki Dojo) per KO al 1° round.


FCR 80 kg – Federico Maneggia (Team Curci) batte Alessandro Benedetti (Kurosaki Dojo) per verdetto unanime.


MT 75 kg – Fatmir Gordi (Spartan Dojo) batte Patrizio Piscitelli (Fight Team Larciano) per TKO al 2° round.


FCR 73 kg – Aissa Medhy (Team Varnier) batte Salvatore Blandizzi (Trinacria Team) per verdetto unanime.


MT 58 kg – MAIN EVENT – Konstantinos Sarkiris (Nas Camp Greece) batte Nicola Mammini (Kurosaki Dojo) per verdetto non unanime.



[photo credits: Matteo Ben Ammar]

Categoria
MUAY THAI

ARTICOLI COLLEGATI