The Queen vs The King

Nel panorama del combat sport italiano c’è un gala che sta crescendo in maniera vertiginosa e che promette di diventare un punto di riferimento anche per gli anni a venire. Stiamo parlando di The Arena, evento studiato e organizzato da Laura “the Queen” Scherini e Marco “the King ” Re e che il prossimo 14 marzo avrà la sua terza edizione. Approfittando del fatto che i due sono compagni anche nella vita, abbiamo deciso di organizzare una intervista doppia che possa permettere agli appassionati di conoscerli meglio anche al di fuori del mondo del fighting

The Queen vs The King

 

Iniziamo con il nome e la data di nascita 

The Queen:  Laura Scherini, 20 febbraio e dai, visto che ad una signora non si chiede l’età, preferirei non dirti l’anno!

The King: Marco Re, 26 gennaio 1980

 

Che fai fuori dal fighting?

The Queen: Lavoro nel mondo della Finanza, sono responsabile di una divisione aziendale di una società che si occupa di sviluppo software e servizi innovativi

The King: Lavoro nell’azienda di famiglia per portare avanti la tradizione, siamo ormai alla terza generazione ed abbiamo festeggiato lo scorso anno il 70º anno di attività

Qual è stato il primo giorno in cui ti ricordi di aver notato quello che poi è diventato il tuo coniuge

The Queen: Ci siamo conosciuti per caso durante una serata in discoteca e abbiamo iniziato da subito a frequentarci

The King: Ci siamo conosciuti durante gli anni dell’università; un incontro casuale in discoteca!!!!

 

E il giorno in cui hai pensato al matrimonio?

The Queen: Non ho mai pensato particolarmente all’idea del matrimonio e della famiglia tradizionale, quindi mi ha decisamente colto alla sprovvista la sua richiesta da poco terminata l’università, quando vivevamo già insieme e sicuramente avevo già realizzato che era la persona che avrei voluto accanto (senza particolari etichette).  La richiesta quindi è stata ancora più bella per quanto inaspettata! 

The King: Dal primo momento in cui l’ho vista

 

Un tuo pregio e un tuo difetto 

The Queen: Con questa domanda si apre un mondo! Partiamo dai difetti: sono testarda.  Quanto sono determinata nel raggiungere degli obiettivi, se sono convinta della mia posizione cerco di argomentare in modo pressante, perchè la mia posizione dovrebbe essere quella corretta. Mi hanno soprannominata “Il Generale” in palestra credo anche per questo! In questo contesto si inserisce quello che ritengo essere un pregio: la capacità di ascolto e comunicazione, visto che nonostante la testardaggine, cerco di risolvere sempre con il dialogo le situazioni di tensione e incomprensione.

The King: Sono molto sincero e diretto, e questo molto spesso si trasforma in un difetto perché dico quello che penso senza filtri. Diciamo che la diplomazia non mi appartiene!

 

Un suo pregio e un suo difetto 

The Queen: La cosa che adoro di lui è la sua determinazione: è ciò che lo ha aiutato a raggiungere determinati traguardi nonostante le difficoltà. E’ anche una persona molto leale e sincera.  Solo che è anche testardo, quindi immagina che mix esplosivo può essere il nostro in caso di discussione!

The King:  È una donna molto intelligente; per quanto riguarda il suo lavoro é riuscita a farsi strada nel difficile ambiente della finanza, costruendosi da zero. É veramente testarda però, quindi se é convinta di quello che vuole diventa un martello sino a quando non lo ottiene…anche nelle discussioni deve avere l’ultima parola sempre. Insomma, é impegnativa.

 

Uno sport che ti piace al di fuori dal combat 

The Queen: Mi piacciono molto la scherma e il football americano

The King: Il calcio

 

Piatto preferito tuo e suo 

The Queen: Non ho uno specifico piatto preferito; mangio quasi tutto ed adoro sperimentare nuove cucine. La mia preferita è quella thailandese. Marco adora i dolci, ma credo che il mango con lo sticky rice sia il suo preferito

The King: Il mio piatto preferito é un piatto thailandese (strano!), mango con sticky rice. In generale comunque adoro i dolci Lei mangia di tutto!

Invictus Kickboxing Arena

Ultimo libro che hai letto 

The Queen: Ho recentemente riletto “Memorie di una Geisha”, libro che ho adorato per la minuzia di dettagli con cui viene descritta la tradizione giapponese

The King: Tra lavoro, palestra, famiglia la mia giornata é veramente piena, non ho mai tempo di leggere molto! Ne approfitto solo in vacanza quando possibile. L’ultimo che ho letto é OPEN di Agassi.

 

La frase che gli-le dici più spesso 

The Queen: Te l’avevo detto

The King: Mio malgrado la frase che le dico spesso è “Avevi ragione tu!”

 

Chi vince la “battaglia ” del telecomando in casa? 

The Queen: Lui…è una battaglia che non mi interessa vincere

The King: Io

 

Film o documentario? 

The Queen: Film

The King: Film

 

Pantofole o discoteca? 

The Queen: Pantofole, dopo anni di discoteca

The King: Pantofole (da ex discotecaro), quando non sono al lavoro o in palestra

 

Il tuo match preferito nelle due edizioni precedenti di The Arena 

The Queen: Devo dire che entrambe le edizione sono state molto intense ed avendo lavorato giorno e notte alla realizzazione di questo evento ogni match in sè mi ha lasciato impresso qualcosa. ,Non posso dire di avere un match preferito, ma alcuni atleti che mi hanno colpito particolarmente: Pavel Diac, Fabrizio Pongo Ruggero e, non solo perché new entry nel team, The King Fight Club, Nicolas Novati.

The King: Sembrerà una risposta scontata da parte di un promotore, ma tanti match mi sono piaciuti visti anche i personaggi che hanno calcato il ring. La scelta quindi è di cuore, ovvero Nicolas Novati Vs Ivan Boka. É stato il primo match di Nicolas con me, il suo esordio nei classe A di Fight1. Da lì si sono susseguite diverse prestazioni di ottimo livello; un ragazzo da tenere d’occhio

Chi ha scelto nome dell’evento, tu o lui? 

The Queen: Lui. Ha avuto questa bella intuizione sul nome che si presta bene ad essere letto sia in italiano, sia in inglese

The King: Ho avuto l’idea del nome ed é piaciuta subito anche a lei. La parola ARENA si presta bene sia in italiano che in inglese. Abbiamo quindi creduto sin da subito nel progetto, credendo in una caratura internazionale nelle successive edizioni.

 

Un viaggio da sogno che vorresti poter fare 

The Queen: La mia grande passione sono i viaggi, oltre alla muay thai. Quindi non ho un solo viaggio da sogno che vorrei fare, perchè il grande desiderio sarebbe di poter visitare tutto il mondo. Mi piacerebbe comunque tornare in Giappone, un paese favoloso.

The King: Entrambi amiamo i viaggi e negli anni abbiamo visitato molti paesi; l’obiettivo è di non fermarsi e quindi il viaggio da sogno è di girare tutto il mondo! Su questo sono fortunato/sfortunato: mia moglie non ama i gioielli, quindi mi salvo con questo tipo di regali. Però compensa i gioielli con i viaggi…

 

Un atleta che un giorno ti piacerebbe avere in un tuo evento 

The Queen: Quale promoter non vorrebbe avere Giorgio Petrosyan ad un proprio evento! La risposta mi rendo conto essere abbastanza ovvia, visto che è il Re indiscusso del ring. Tra i nomi “terrestri” ci sono tantissimi nomi che mi piacerebbe avere, soprattutto a livello di muay thai “esportati” dall’Europa alla Thailandia. Mi piacerebbe sia puntare su nomi consolidati come Youssef Boughanem, sia su giovani promesse come Alessandro Sara che conosco da molti anni. Per quanto riguarda il panorama italiano, il momento più bello per un’organizzatore è la scelta della card e quest’anno io e Marco ci siamo molto divertiti nella selezione degli atleti.  Abbiamo ritrovato nuove leve cresciute all’interno di Fight1 (emerse nei campionati nazionali), i pro consolidati che sono sempre delle certezze e anche i nuovi ingressi che hanno reso il nostro lavoro super divertente.

The King: Il sogno, da amante della muay thai, sarebbe di poter organizzare delle sfide internazionali tra i super top fighter Thailandesi ed ottimi atleti europei. Certo che, anche solo dopo l’ultima prestazione, chi non vorrebbe Lapicus in un suo evento? Pazzesco!

 

Film e canzone preferita 

The Queen: Film: 300 (il primo) –  Canzone: non ne ho una preferita, vado a periodi e la ascolto in loop. In questo momento è Walk dei Foo Fighters

The King: Film: John Wick – Canzone: Linkin park, One step closer

Pensi che The Arena potrà andare avanti per molte edizioni? 

The Queen: Il mondo del fighting è in continua evoluzione, il livello è cresciuto veramente molto negli ultimi 10 anni e l’obiettivo è quello di mantenere con The Arena un prodotto di qualità da far crescere sempre di più nel tempo. Stanno cambiando molto le dinamiche di questi sport anche a livello di diritti televisivi, come aveva già ampiamente pre-annunciato Carlo Di Blasi; vedremo come andrà; il nostro obiettivo è esserci e, sempre di più, far parlare di noi.

The King: Stiamo lavorando per quello. Quest’anno nell’organizzazione collabora con noi anche Julian Imeri, amico e fighter, con cui ho condiviso lo spogliatoio in parecchie occasioni. The Arena è nato dal desiderio di volersi mettere in gioco, di costruire un evento che potesse far parlare di sè. Sicuramente non è facile trovare sponsor che possano sostenere queste iniziative, soprattutto se si vuole crescere di livello, con quindi un aumento esponenziale dei costi. La difficoltà e la sfida ogni anno – ma non dico nulla di nuovo ai vari promoter – è di mettere in piedi un super show, facendo i conti con il proprio budget! Il nostro obiettivo, già dalla prima edizione, è stato quello di dare visibilità ad atleti emergenti che nelle diverse gare abbiamo valutato, a nostro avviso, avere del potenziale. Abbiamo incontrato negli ultimi anni tanti vecchi e nuovi amici, con cui collaboriamo ed abbiamo massima stima reciproca.

 

Ultima….allora chi ha l’ultima parola in casa, the King o the Queen?

The Queen: Secondo te?

The King: Alla fine, mio malgrado, temo che l’ultima parola sia la sua. Ti dico solo che i ragazzi in palestra la chiamano “Il Generale”…

 

Ringraziamo Laura e Marco per la disponibilità e per averci permesso di aprire una piccola finestra sulla loro vita privata.  L’intervista ha contenuti leggeri ma anche così si percepisce la sintonia che li unisce. Per vedere l’evento che organizzano, The Arena 3, l’appuntamento è fissato per il 14 marzo a Milano,  accorrete in massa perchè si annuncia una serata imperdibile!

Dp

 

Categoria
KICKBOXINGMUAY THAI

ARTICOLI COLLEGATI