THAIBOXEMANIA: il meglio del meglio del meglio!

Il connubio con YOKKAO è sold-out

Il titolo può sembrare esagerato, ma l’edizione di quest’anno riesce davvero ad abbinare quantità e qualità come mai si era visto prima in un galà italiano.

Sicuramente l’ingresso in scena di YOKKAO, il suo ritorno nel nostro paese dopo ben 6 anni, ha avuto il suo peso nell’allestire una card di livello assoluto.

Saenchai, Manachai, Singdam. Già questi tre nomi basterebbero per comporre una card di primo livello in Europa. Tutti e tre che sono o sono stati top ten Lumpinee, una sfilza di cinture in tre da fare invidia alle migliori bacheche.

Ma Barbuto e YOKKAO hanno messo in piedi tanti altri match di livello assoluto: posso affermare senza timore di smentita che YOKKAO 35 & 36 hanno le card migliori di qualsiasi edizione precedente!

Andiamo nello specifico. Come sanno gli appassionati, il format YOKKAO mette insieme due card nella stessa serata.

YOKKAO 35 partirà alle ore 20:00.

L’ordine dei match è il seguente:

  • Singdam YOKKAOSaenchaigym (YOKKAO Team Thailand) Vs Jeremy Payet (France) -66kg
  • Yodchai YOKKAOSaenchaigym (YOKKAO Team Thailand) Vs Jonathan Astarita (Italy) 5×3 WBC Lightweight Intercontinental Title -61.2kg
  • Spencer YOKKAOSaenchaigym (YOKKAO Team Thailand) Vs Luca Roma (Italy) 5×3 WBC Super-Lightweight European title -63,5kg
  • Thongchai Petchrungruang (Thailand) Vs Matteo Deluca (Italy) -61kg
  • Francesco Laquale ((Italy) Vs Manolea Doru (Romania) -72,5kg
  • Yao Agbetiafa (Italy) Vs Damien Cazambo (France) -71kg
  • Ng King Chung (YOKKAO Team Hong Kong) Vs Rustam Vyntu (Italy) -60kg
  • Michele Mastromatteo (Italy) Vs Tony Rubio (Italy) -91kg

Il main event è spettacolare: Singdam era un vero demonio negli stadi thailandesi, conosciuto per la potenza devastante dei suoi calci medi. Di contro Jeremy Payet, mister KO. L’anno scorso si fece conoscere dal pubblico torinese mettendo fine al match contro Christian Zahe con un gomito al secondo round che provocò una brutta ferita all’atleta di casa. Incontro dall’esito tutt’altro che scontato sebbene Singdam sia ovvio favorito per numero di match e titoli.

Co-main event con l’italiano Jonathan Astarita che tenta l’assalto al titolo mondiale WBC al limite dei 61kg contro Yodchai. Impresa ardua, sulla carta sembra impossibile.  Cinque riprese però sono lunghe ed il ring ci ha insegnato che non si deve mai dare nulla per scontato. L’in bocca al lupo per Astarita è doveroso, speriamo ci dia la gioia di una vittoria.

Anche il resto della card è di alto livello.

Spencer Brown e Tongchai su tutti, ma Agbetiafa vs Cazambo e King Chung vs Rustam Vyntu saranno secondo me dei match spettacolari.

A seguire andrà in scena YOKKAO 36. Se non bastassero i match precedenti, assisteremo a:

  • Saenchai PKSaenchaimuaythaigym (YOKKAO Team Thailand) Vs Cristian Faustino (Italy) -65kg
  • Manachai YOKKAOSaenchaigym (YOKKAO Team Thailand) Vs Luca Falco (Italy) 5×3 WMC Intercontinental Title
  • Liam Harrison (YOKKAO Team Thailand) Vs Ivan Naccari (Italy) -66kg
  • Sudsakorn Sor Klinmee (YOKKAO Team Thailand) Vs Luca Tagliarino (Italy) -74kg
  • Christian Zahe (Italy) Vs Cristian Marzullo (Italy) -67kg
  • Alessandro Sara (Italy) Vs Viorel Vyntu (Italy) -60kg
  • Filippo Solheid (Italia) Vs Claudio Ivaldi (Italy)-70kg

Penso che il main event non abbia bisogno di presentazioni.

Da una parte la leggenda Saenchai, dall’altra il nostro Cristian Faustino, recente vincitore su Bennoui a Gladiatori Bologna. Già una volta YOKKAO in italia fu fatale per Saenchai, nel 2012 infatti fu battuto da Pinca a Milano; l’auspicio è che Cristian riesca a scrivere il suo nome nella breve lista di farang che possono vantare una vittoria contro sua maestà Saenchai.

Co-main event, altro match al tritolo.

Devo essere onesto, non sarò pienamente obiettivo: Luca Falco è un mio atleta, quindi devo dichiararmi di parte. Combatterà contro Manachai, di certo il fighter più quotato fra i thailandesi che combattono al di fuori degli stadi principali. In palio il mondiale WMC, la sigla più prestigiosa per un combattente di muay thai. Manachai lo conosciamo tutti, low kick devastanti. Falco però è mancino, quindi il thailandese potrebbe cambiare il bersaglio dei suoi calci. Per ovvi motivi l’atleta YOKKAO è strafavorito, ma se devo pensare a qualcuno capace di batterlo ora, penso a Luca Falco.

La card si completa con altri nomi altisonanti:

la star inglese Liam Harrison affronterà il coriaceo Ivan Naccari in un match tutt’altro che scontato. Harrison viene da un periodo poco felice per lui, sportivamente parlando, e Naccari ha dimostrato la forza di affrontare qualunque avversario. A seguire Sudsakorn, sicurezza di spettacolo anche se l’età avanza anche per lui, contro quel Luca Tagliarino che ha sempre affrontato avversari fortissimi, Nopparat su tutti.

E ancora, gli atleti di casa Christian Zahe e Filippo Solheid impegnati rispettivamente contro Cristian Marzullo e Claudio Ivaldi. Completano la card Alessandro Sara, ragazzo che combatte stabilmente e con ottimi risultati contro Viorel Vyntu, forte atleta allenato da Luca Pigliafreddo e fratello del già citato Rustam.

A fare da apertura a YOKKAO 35 & 36 ci sarà la formula YOKKAO NEXT GENERATION: tanti match fra classe A di belle speranze e qualche PRO già noto che cercano di ritagliarsi uno spazio nei prossimi eventi YOKKAO.

Una formula, questa di YOKKAO, collaudata e vincente. Il Palaruffini di Torino è già tutto sold-out, segno che il lavoro di Barbuto negli anni viene premiato e che la muay thai nel nostro paese è viva e seguita.

Categoria
MUAY THAI

ARTICOLI COLLEGATI