Telecronista per una notte

Una notte in cabina di commento con Luca Lotrecchiano e Fabrizio Forconi

Ho avuto occasione di vivere UFC 229 da una prospettiva diversa da quella solita, da telecronista.

Normalmente vedo gli eventi UFC il giorno dopo su ben tre fonti diverse. Fight Pass per gli early prelims, Fight Network Italia registrata sul decoder per la card preliminare, DAZN in on demand per la main. Tutto questo perché non ho più l’età per star sveglio fino alla sette della mattina. E perché mia moglie mi lancerebbe oggetti ma questo non diciamolo…

Questa volta invece grazie al contest per i fans di Fight Network Italia , ero negli studi di Gold TV a Roma seduto in mezzo a Luca Lotrecchiano e Fabrizio Forconi con una cuffia in testa. Ho vinto questa postazione rispondendo ad una domanda e venendo baciato dalla fortuna al sorteggio finale. Non ci ho pensato su più di tanto e anche se tra Gozzano e Roma ci sono 650 chilometri ho deciso di ritirare il premio. Mia moglie e mia figlia, sempre pronte anche loro a viaggiare mi hanno seguito e dunque week end lungo, sabato domenica e lunedì a Roma. Dopo una visita alla regia, che impressiona sempre i non addetti ai lavori, siamo saliti in un grande studio all’ultimo piano del palazzo dove è allestita la postazione di commento.

La mia presenza si limiterà alla card preliminare, quella appunto che va in diretta su Fight Network. Fabrizio e Luca invece commenteranno anche i match principali, in compagnia di ospiti ben più importanti e prestigiosi del sottoscritto, che andranno poi in onda passati trenta giorni dall’evento. Intanto arriva il gruppo di supporto, alcuni dinamici ragazzi che, forniti di qualche birra e torta al cioccolato danno sostegno ai commentatori. Per me è bellissimo esserci, scrivo di sport da trent’anni, ho fatto radio, via web per qualche anno, ma una telecronaca, e di un evento del livello di UFC 229 mai.

Alle due in punto si inizia. I match si susseguono. Non val la pena di riparlarne qui visto che su FZ li abbiamo già analizzati sotto ogni aspetto. Sono un po’ emozionato, sbaglio qualche tempo ma nel complesso ci sto dentro. Racconto di come un non praticante si sia improvvisamente appassionato cinque anni fa alle MMA, del fatto che seguissi da molti anni la boxe e che conosca bene la strada per Roma visto che ci son venuto molte volte per le partite del Sei Nazioni di rugby.

Fight Network è un canale internazionale con sede in Canada che si occupa esclusivamente di sport da combattimento, presente in molti paesi del mondo e attivo in Italia dal 18 novembre del 2016, prima attraverso la piattaforma satellitare di Sky, poi dal luglio del 2017 sul digitale terrestre, e punta a crescere anche da noi. Intanto sono molto contento mi abbia dato questa possibilità. Arriviamo alla fine, c’è il tempo anche per parlare del lancio di Fighting Zone con Fabrizio poco prima dei saluti.

Subito dopo lo studio si anima, arrivano Carlo Pedersoli e Luca Anacoreta, che non hanno bisogno di presentazioni per degli appassionati di ari marziali. Saranno loro gli ospiti seri per il commento alla main. Decido di restare e mi unisco al gruppo di supporto. I miei 115 chili fanno onore alla torta al cioccolato. Alla fine, dopo aver visto il bello e il brutto, di cui non è il caso di parlare ulteriormente, di UFC 229 c’è tempo per qualche foto. Torno in hotel alle 7.30 in tempo per la colazione con la famiglia. Il pomeriggio è a Tivoli a Villa d’Este. Nostra figlia adora le sue fontane. Alla fine i chilometri sono stati 1.400 ma difficilmente mi ricapiterà!

 

 

 

Categoria
UFC

ARTICOLI COLLEGATI