Samin Kamal Beik: “chiunque voglia sfidarmi, io ci sono!”

Oggi incontriamo una atleta che nell’ultimo anno ha ottenuto risultati lusinghieri e ha portato il suo nome in primo piano nel panorama delle MMA italiche. Stiamo parlando di Samin Kamal Beik,  rappresentante del team Dog Eat Dog, che a febbraio ha vinto un match in Slovenia e soprattutto a novembre ha battuto la quotata Kolekar a Brave FC.

Ciao Samin, grazie per la disponibilità

Ciao, grazie a voi

 

Partiamo dalla strettissima attualità, sei appena tornata da una trasferta in cui hai combattuto di kickboxe, ti piace anche questa disciplina?

In verità non mi piace tanto, ma serve per fare esperienza e arricchire il mio bagaglio tecnico

 

Ho letto che te l’hanno rubacchiata…

Si, ma non importa, sono comunque contenta della prestazione che ho fornito

 

Dicci qualcosa di te: dove vivi, cosa fai

Quando avevo 19 anni sono venuta in Italia dall’Iran per studiare arte, indirizzo scultura, più precisamente vivo a Firenze da 11 anni. Faccio tante cose per potermi mantenere e andare avanti nel mio percorso sportivo.

 

Come ti descrivi come persona: un tuo pregio e un tuo difetto

Il pregio è che sono una persona tenace, che cerca di ottenere i propri obbiettivi. Il difetto è che ho poca autostima perché so che posso essere molto più forte di ciò che dimostro.

 

Quando hai iniziato ad avvicinarti alle arti marziali?

Ho iniziato facendo lotta libera e pugilato e poco tempo dopo ho iniziato a praticare anche bjj. Dopo che mi hanno rubato tanti incontri ho deciso di mollare pugilato, ascoltando il consiglio del mio ex allenatore mi sono avvicinata e dedicata alle MMA

 

Cosa ti piace in particolare delle MMA?

E’ uno sport completo, in cui poter mescolare tutti i miei punti di forza degli sport praticati fino a quel momento, e sopratutto è difficile che possano rubare gli incontri.

Hai altri hobby fuori dal fighting?

I miei hobby sono tanti: scolpire, suonare la chitarra e cantare, dipingere, disegnare e ballare.

 

Raccontaci del tuo team di appartenenza e come ti trovi

Mi alleno presso l’accademia di arti marziali miste Dog Eat Dog. Qua mi trovo davvero benissimo in quanto posso allenarmi a 360 gradi sotto qualsiasi punto di vista.

 

Sto guardando il tuo sherdog: noto risultati altalenanti ma nel 2019 hai spiccato il volo, cosa è cambiato?

Qua mi riallaccio al fatto del non avere autostima, in quanto ho avuto dei momenti in cui mi bloccavo mentalmente, ma con l’aiuto del mio allenatore Marco e il management Superbia le cose hanno cominciato a cambiare. Seguita anche dal mental coach, Federico Caliri,  mi sento più forte rispetto a prima

 

Come vivi l’avvicinamento ad un match? Esistono ansie e preoccupazioni per una fighter del tuo livello?

Una volta ero sempre molto agitata prima dei miei match ma ora con l’aiuto di Federico sto riuscendo a domare la mia agitazione anche se trovo sia sano e normale rimanere sempre attenta e mai rillasata

 

E il dopo evento come lo vivi? Riesci ad accantonare o ripensi a quello che è successo?

Alla fine dei miei match analizzo sempre come è’ andata, a prescindere che io abbia vinto o perso, rivivo tutto l’incontro per poter capire meglio il risultato e i miei sbagli.

 

 Chiudi gli occhi e dimmi una atleta, italiana o straniera non importa, che un domani ti piacerebbe fosse con te dentro alla gabbia

Chiudo gli occhi ma non mi viene in mente nessuna atleta con cui mi piacerebbe combattere in particolare modo. Chiunque voglia sfidarmi, io ci sono.

Ultima, se domani incontri una ragazzina che vuol emulare il tuo percorso agonistico, che le dici?

Chiedo alla ragazzina se è’ ciò che vuole veramente e se la vedo convinta le dirò di non smettere mai di allenarsi e godere di ogni momento, che siano vittorie o sconfitte.  Perché in questo sport si può imparare tanto anche per ciò che riguarda la vita: ti aiuta a guardare in faccia ai tuoi problemi e andare oltre i limiti. Il dolore ti fa sentire più viva.  Non preoccuparti questo è’ amore.

 

Ringraziamo Samin per la cortesia. Queste poche frasi scambiate con lei ci fanno intravedere la profondità della persona e capire che la parte che vediamo dentro la gabbia è solo una piccola punta dell’iceberg.  Le auguriamo il meglio per ogni tipo di sfida che la vita vorrà riservarle in futuro.

Stay tuned, amici

 

Dp

 

 

 

Categoria
MMA ITALIANEUncategorized

ARTICOLI COLLEGATI