Mattia Faraoni: “darò tutto quello che ho”

intervista all'atleta romano in vista dell'impegno a Enfusion Roma

Nuova intervista con obiettivo puntato su Enfusion,  evento si svolgerà nella splendida cornice del Pala Atlantico di Roma il prossimo 23 marzo. Oggi è il turno di Mattia Faraoni, atleta di altissimo livello che è atteso da un match tanto duro quanto entusiasmante contro El Bakouri

FZ: Ciao Mattia, piacere di averti qui

Faraoni: Ciao, grazie a voi

FZ: Raccontaci di te: dove vivi e che fai fuori dal fighting

Faraoni: Vivo a Roma con la mia compagna, Alessia, e il nostro cagnolino che ormai abbiamo con noi da un paio di mesi. Oltre che combattere tengo un corso per amatori al Team Boxe Roma XI, c’è parecchia gente.

FZ: Come è stato sportivamente il tuo 2018? Come lo giudichi?

Faraoni: Non buono.   Avrei dovuto combattere per il titolo intercontinentale in WTKA ma mi sono infortunato a seguito di un infortunio in scooter. Successivamente è arrivata la chiamata da Bellator per combattere contro Vitale. Purtroppo a inizio match mi sono lesionato il tendine brachiale,  ho terminato tra dolori lancinanti, anche se sono stato orgoglioso di arrivare in fondo sopportando le sofferenze. Insomma un anno non fortunato,  ora ho una voglia matta di rifarmi e recuperare il tempo perso

FZ: Puoi dirci qual’è il tuo record aggiornato?

Faraoni: Io sono sia pugile che kickboxer.  Nella boxe ho fatto oltre 60 match,  ho vinto i campionati studenteschi,  il Golden Glove,  sono stato in Nazionale… Nella kick mi sembra di averne vinti 27 con 4 sconfitte,  12 vinti per ko. Tre volte campione italiano, bronzo ai mondiali e bronzo agli europei. In totale ci stiamo avvicinando ai 100 match, comunque.

FZ: So che detieni un record particolare e molto prestigioso…

Faraoni: Si,  sono l’unico atleta italiano nella storia ad essersi aggiudicato il titolo di campione italiano lo stesso anno in due diverse federazioni riconosciute dal CONI: ovviamente la FPI per la boxe, e la FIKBMS per la kick. Sono molto orgoglioso di questo.

FZ: Parlaci del tuto team di appartenenza e di come ti trovi

Faraoni: Nella kick è il Raini Clan.  Guarda,  non ho abbastanza parole per descrivere la grandezza dei fratelli Raini: grandi coach, grandi allenatori, grandi mental coach e soprattutto grandi amici. La loro disponibilità è totale, mi aiutano in tutti i modi possibili, la mia gratitudine è assoluta.

FZ: Combatti a Enfusion, sensazioni?

Faraoni: La possibilità di combattere in un evento internazionale così prestigioso era proprio l’occasione che cercavo per rifarmi dopo le delusioni dello scorso anno. Una cosa buona di quello che ho passato a Bellator,  combattendo con il tendine rotto, è che mi ha dato una cera risonanza mediatica.  Non vedo l’ora di salire sul ring.

FZ: Conosci il tuo avversario? Cosa pensi di lui?

Faraoni: Non lo conosco ma frequenta stabilmente il circuito di Enfusion, quindi deve essere forte.  Quello che volevo,  affrontare avversari di livello. Ciò mi stuzzica e mi motiva a dare il meglio. Sarà un grande match,  io darò tutto quello che ho.

FZ: Che match ti aspetti?

Faraoni: Mi aspetto il peggio hahaha. Lui è un classico esponente della scuola olandese,  quelli fanno la guerra tutti i giorni in palestra: boxe, lowkick e ginocchia.  Noi vedremo quale piano seguire ma di certo opporremo le nostre armi che sono l’accortezza tattica e la pulizia tecnica. Comunque mi sto preparando alla grande,  sarò pronto a tutto.

FZ: Guardiamo avanti, progetti futuri?

Faraoni: Intanto battere questo ed entrare nei ranking Enfusion non sarebbe male. A maggio ho un altro evento molto importante ma non posso dire nulla e in seguito dovrei pure tornare ai match di pugilato.  Si annuncia annata ricca di impegni, sono carico come non mai,  non farmi dire di più che porta iella hahaha

FZ: Vuoi dire qualcosa a coloro che verranno a vederti combattere?

Faraoni: Enfusion sarà un evento fantastico,  io darò il massimo,  garantisco che chiunque venga a vedermi non se ne pentirà. Daje.

 

Ringraziamo Mattia per la grande disponibilità e cortesia. Gli auguriamo il meglio per questo impegno e gli altri che arriveranno nella sua carriera. Per vederlo in azione l’appuntamento è fissato con Enfusion Roma il 23 marzo. Se amate gli sdc non potete mancare.

Stay tuned, amici

Dp

Categoria
KICKBOXING

ARTICOLI COLLEGATI