KSW 46: la notte delle grandi conferme dei prospetti

Durante il fine settimana si è tenuto l’evento numerato numero 46 del KSW, promotion polacca di spicco a livello europeo.

La card, veramente interessante, vedeva alcuni dei migliori atleti fuori dalla UFC affrontarsi, con alcuni prospetti di livello incredibile dei quali sentiremo in futuro parlare.

Il match di spicco, era un bel rematch fra la leggenda delle MMA polacche Mamed Khalidov e Tomasz Narkun, prospetto ormai solidissimo pronto al grande salto.

Nel primo match Narkun aveva battuto Khalidov per submission al terzo round, strappandogli la cintura e rovinando la sua striscia vincente di 14 vittorie.

Chi pensava questo fosse stato un caso, sarà rimasto stupito nel vedere il 29enne imporsi di nuovo. Settima vittoria di fila per lui. Record che cresce a 16-2, e una maturità pazzesca che dirige tutti i riflettori su di lui che, probabilmente, riceverà presto delle chiamate importanti. Bisognerà poi vedere se sceglierà di provare una scalata a livelli maggiori o cercherà di diventare una leggenda “locale” proprio come l’appena battuto Khalidov, fighter di primissima fascia mai arrivato in top promotions assolute.

Parlando sempre di prospetti, nel co-main event il polacco imbattuto Mateusz Gamrot si è confermato campione KSW migliorando il suo record a 15-0, battendo il durissimo giapponese Kleber Koike Erbst, uno dei migliori grappler del mondo.

Sbilanciandosi, si potrebbe forse affermare che Gamrot è nettamente il più grande fighter fuori dalla UFC e Bellator a livello mondiale della sua categoria di peso. Quasi tutte le 15 vittorie sono arrivate contro avversari altissimo livello e, a soli 27 anni, è già 13° nei ranking di Fightmatrix.

Soltanto tre fighters con un età simile gli sono davanti nei ranking.

Il campione del mondo UFC Max Holloway, il prossimo sfidande Brian Ortega e l’ottimo Mirsad Bektic, 8° dei ranking UFC, tutti fighter di primissimo livello.

Anche qui vale un discorso molto semplice. Sicuramente ci sono promotion che hanno messo gli occhi su Gamrot, c’è da vedere se si riuscirà a trovare un accordo.

Negli altri match, interessante la vittoria del francese Salahdine Parnasse (12-0-1) ai danni dell’ex UFC Marcin Wrzosek. Potrebbe essere il prossimo sfidante al titolo di Gamrot, se questi decidesse di rimanere in KSW.

Lo stesso Parnasse potrebbe essere nella posizione di fare un grosso salto nella carriera, essendosi ormai attestato su altissimi livelli ed avendo solo 20anni. Ragazzo assolutamente da tenere d’occhio, in grado di poter diventare una stella assoluta delle MMA.

Notte poi di altre grandi conferme, con il super prospetto 23enne Roberto Soldic (15-3) che vince per KO al primo round contro l’esperto brasiliano Vinicius Bohrer. Il croato è sicuramente un altro nome da tenere d’occhio per la UFC in futuro.

Soldic, già campione pesi welter KSW a soli 23 anni, ha combattuto questo match alle 176 libbre in un catchweight, nel quale ovviamente non rischiava di perdere il titolo.

Molto interessante anche la vittoria del 28enne croato Antun Racic, che accresce il suo record a 22-8-1 battendo il prospetto polacco Sebastian Przybysz.

Rimanendo a parlare di prospetti, è importante citare per ultima la vittoria di Krystian Kaszubowski (7-0) contro Michal Michalski, che a 24 anni inizia ad avere un buon record e ad attirare discrete attenzioni, avendo recentemente battuto tre solidi avversari al primo round.

Dal KSW è tutto, ricordatevi di seguire questi ragazzi, perchè alcuni di loro li vedrete presto su schermi ancora più importanti.

Categoria
KSWMMA

ARTICOLI COLLEGATI