Just Outside the Spotlight – ep.3

episodio 3: Fight Nights Global, LFA 52, Final Fight Championship 32, Fight Exclusive Night 22, Cage Warriors 98, Pancrase 300

Altro episodio di questa rubrica, e altra lunga lista di eventi dai quali siamo andati ad estrapolare i migliori match.



Fight Nights Global 90: Ismailov vs Mineev

Oggi si parte da Mosca, in Russia, dove venerdì si terrà l’evento numero 90 del Fight Nights Global, una delle migliori promotion del vecchio continente.

Il main event è veramente interessante, Vladimir Mineev (11-1) è un enorme prospetto russo, la sua unica sconfitta è arrivata contro il fortissimo Maiquel Falcao ai punti, avversario che ha poi mandato KO al primo round nel suo match successivo.

C’è chi considera Mineev già fra i migliori medi al mondo, non fra i primissimi ovviamente, ma parliamo di un fighter che potrebbe tranquillamente combattere in UFC e dire la sua contro molti avversari.

È un grande striker, ha esperienza nella boxe e nella kick, ma anche a terra è molto solido.

Il suo prossimo avversario, Vladimir Mineev, è però un banco di prova importante, viene da sette vittorie consecutive di cui sei di queste al primo round. Due delle sue tre sconfitte risalgono a quando era poco più di un debuttante, e viene da una notevole vittoria per KO al primo round contro l’ex UFC Ildemar Alcantara.

Parliamo di due grandi fighters, due grandi striker, match di assoluta qualità che bisognerebbe trovare il tempo di guardare.


Il resto della card è costellato da interessanti match up, e fra questi andiamo a recuperare il match di quello che è forse uno dei prospetti migliori per quanto riguarda le 155 libbre.

Nariman Abbasov (22-3), appena 24enne, ha un’esperienza enorme, un ottimo record e tanti buoni avversari battuti alle sue spalle.

Viene da sette vittorie di fila e dal 2013 ha combattuto 25 match. una media molto molto alta di match per anno. Anche per lui le prime due sconfitte sono in una fase molto lontana della carriera, e nelle ultime 20 è 19-1.

Oggi, questo prospetto con grandi possibilità future in UFC, affronta un avversario inferiore ma non “di comodo”.

Il 28enne georgiano Makhail Gogitidze (9-5), è sicuramente un’avversario di una caratura inferiore, ma rappresenta un solido test match e viene da cinque vittorie nelle ultime sei battaglie.

Ovviamente il pronostico è tutto per Abbasov, e con ogni probabilità qusto match rappresenterà soltanto un altro passo avanti nella sua carriera.



LFA 52: Rodríguez vs. Gutierrez

Questa settimana si combatte anche in LFA, la principale promotion di sviluppo americana che fa tappa a Belton in Texas.

Il main event è davvero un ottimo match.

Ray Rodríguez (13-4) infatti, dopo un lento avvio di carriera, si è ormai confermato come uno dei nomi più interessanti del panorama regionale dello stato del Texas, raggranellando otto vittorie di fila, fra cui alcune di queste in Combate ed LFA, due ottime promotion. E’ inattivo da quasi un anno, ed ormai a 30anni se vuole finire a “giocare fra i grandi” deve farlo adesso.

Il suo avversario però è veramente duro.

Chris Gutierrez (11-2-1) è infatti un prospetto notevolissimo. Non ha una grande streak di vittorie in attivo, solo due, ma le sue due sconfitte sono arrivate contro il fortissimo Timur Valiev (Che aveva precedentemente battuto) in WSOF e contro l’ex UFC Jerrod Sanders.

Parliamo di un ragazzo 27enne con ancora qualche margine di miglioramento e che ha sempre affrontato solidi avversari. Battere Rodríguez lo metterebbe sulla via per una sfida titolata ed un successivo approdo in UFC.



Final Fight Championship 32: Graves vs. Johnson

Dopo l’evento appena tenutosi, il FFC torna con altre battaglie notevoli.

Andiamo ad analizzare il main event.

Shelton Graves (8-3) affronta Tony Johnson Jr. (11-4-1), in una battaglia fra pesi massimi dalle mani pesantissime.

Il primo è ancora un prospetto, viene da sei vittorie consecutive di cui le ultime cinque prima del limite. È fondamentalmente uno striker, ma anche a terra riesce a non sfigurare e ha un’importante vittoria in DWCS che sicuramente lo mette in una buona posizione per l’approdo in UFC.

Il suo avversario è però nettamente il più duro affrontato in carriera. Ha enorme esperienza in ONE, Bellator e Fight Nights Global.

Fra le sue vittorie troviamo Derrick Lewis, Tim Sylvia, Alexander Volkov e Baga Agaev, con altri match combattuti contro Cheick Kongo, Vitaly Minakov e Aleksander Emelianenko.

Un fighter quindi di prima fascia che ha comunque ancora soltanto 32 anni.

Un super prospetto contro uno dei migliori massimi fuori dalla UFC. Un grande match.



Fight Exclusive Night 22: Poznan Fight Night

Il FEN è sicuramente la seconda miglior promotion polacca dopo il KSW, conta tanti ottimi fighters e può permettersi di mettere sotto contratto anche fighters abbastanza noti.

È ciò che accade in questo caso, con l’ex UFC Damian Grabowski (20-5), veterano di casa, che affronterà Jose Rodrigo Guelke (21-16) in un match per lui sulla carta molto facile. Grabowski è ormai 38enne ed in UFC le ha perse tutte, ma prima di allora a livello europeo aveva sostanzialmente dominato.

Guelke è un buon massimo brasiliano, nera di BJJ, ma non è lontanamente al livello del polacco.


Match più equilibrato è invece quello che troviamo ne co-main, dove due grandi atleti si contendono la cintura pesi leggeri.

Mateursz Rebecki (7-1) affronta infatti Lukasz Kopera (8-2), in una battaglia fra due dei migliori prospetti europei.

Il 26enne Rebecki viene da una solida vittoria per KO contro l’esperto Ziolkowski che gli ha regalato il titolo, e alla prima difesa titolata si trova contrapposto ad un avversario molto interessante.

Kopera infatti è un fighter teoricamente inferiore, ma che viene da cinque vittorie di fila, di cui una notevole contro Mateusz Glab per stop medico al primo round.

È un fighter abbastanza completo, uno dei migliori polacchi di categoria, e provrà a prendersi il titolo.



Cage Warriors 98:

Sarebbe interessante parlare anche di CW98, ma i match migliori sono proprio quelli dei nostri due italiani Stefano Paternò ed Angelo Rubino, ai quali abbiamo dedicato però uno spazio apposito.



Pancrase 300:

Grande settimana di MMA internazionali, con grossa attività anche in terra nipponica grazie al 300°, evento del Pancrase, una promotion storica e nota a tutti gli appassionati.

Il main event vedrà contrapposti Takashi Sato (13-2), uno dei migliori fighter nipponici e Matt Vaile (10-1), un grande prospetto neo zelandese del quale si parla benissimo.

Il giapponese Sato viene da una sconfitta contro Glaico França che ha ridimensionato un po’ le sue aspirazioni, ma resta un fighter molto forte in piedi, con uno striking davvero interessante per la categoria welter.

Vaile invece è appena diventato campione Hex Fight Series, una promotion di buon livello sita in Australia, oltre a possedere già il titolo XFC, altra promotion della terra dei canguri.

È quindi arrivato per il momento di tentare l’approdo su altri lidi, combattendo in Pancrase nella speranza di una prossima chiamata UFC che con una vittoria su Sato potrebbe non tardare ad arrivare.

Categoria
ALTRE PROMOTIONCAGE WARRIORSMMARUBRICHE

ARTICOLI COLLEGATI