Il processo al cartellino: UFC Fight Night 139

Sempre molto lavoro per i giudici nelle ultime settimane in UFC. Ancora 6, su 12 in programma, i match terminati ai punti alla Fight Night numero 139 a Denver. Addirittura quattro le split decison, dunque molto materiale da analizzare per noi.

Iniziamo dalla main card:

Germaine de Randamie, (7-3 prima del match) ha sconfitto, nei mosca, con un netto verdetto unanime Raquel Pennington (9-6). 30-27 per tutti i giudici: Derek Cleary, Chris Lee e Ben Ramirez. Unanime la stampa a favore dell’olandese: quindici 30-27 e un solo 29-28. 30-27 anche per noi e per quasi il 90% dei fans.

Sempre in main, nei pesi leggeri, nettissimo il successo di Beneil Dariush (14-4)su Thiago Moises (11-2). 30-25 per Derek Cleary e Sal D’Amato, seconda e terza ripresa 10-8, 30-26 per Hale Hilsabeck che ha visto un solo 10-8 al terzo round. Unanime sul vincitore ma divisa nei punteggi la stampa: 30-25 per cinque giornalisti, 30-26 per sei e 30-27 secondo quattro di loro. Noi ci spingiamo oltre e attribuiamo un 10-8 all’iraniano Dariush, tornato alla vittoria dopo due sconfitte consecutive, per un totale di 30-24.

La prima split decision che troviamo sulla nostra strada nell’analisi odierna riguarda il primo match della main card di questa FN 139, ancora tra i leggeri, tra gli imbattuti Michael Trizano (7-0) e Luis Pena (5-0). La vittoria è andata a Trizano visto in vantaggio da Chris Lee 29-28 e da Ben Ramirez 30-27. Sal D’Amato invece ha premiato 29-28 Pena. Unico round giudicato in modo unanime il terzo, 10-9 per Trizano. Il primo è stato attribuito a Trizano da Lee e Ramirez, il secondo dal solo Ramirez. Quasi tutta la stampa si è schierata per Trizano, undici preferenze contro le quattro di Pena. Tra i fans 17 cartellini per Trizano e 11 per Pena. Nostro cartellino 29-28 Trizano.

Veniamo alla card preliminare:

Nei pesi paglia successo per split decision di Ashley Yoder (5-4) contro Amanda Cooper (3-4). Derek Cleary e Curtis Thrasher le hanno assegnato il match 29-28, prima ripresa a Cooper, mentre Mark Van Tina ha visto vincitrice Amanda addirittura 30-27. Quasi tutta la stampa, 15 contro 2, invece è concorde col minority report, anche se in gran maggioranza per 29-28. 29-14 a favore di Cooper invece per i fans. Noi siamo invece tra i pochissimi ad essere d’accordo con Cleary e Thrasher: 29-28 Yoder.

Un altro verdetto non unanime nei pesi mosca tra Eric Shelton (11-5) e Joseph Morales (9-1). Shelton vincitore grazie ai cartellini di Lee (29-28) e Ramirez (30-27). Thrasher invece ha visto esattamente al contrario del collega Ramirez assegnando un 30-27 in favore di Morales. Stampa unanime (17-0) per Shelton, lo stesso i fans, e noi, 29-28 Shelton. Vien quasi da pensare che il giudice Ben Thrasher abbia invertito gli atleti!

Ultimo verdetto, primo in ordine di tempo visto che abbiamo condotto l’analisi scendendo lungo la card, quello fra Mark De La Rosa (10-1) e Joby Sanchez (11-3) nei piuma. Anche qui pareri contrastanti tra i giudici e decisione non unanime. 29-28 De La Rosa per D’Amato e 30-27 per Hale Hilsabeck, mentre il solito Thrasher si è espresso con un cartellino di minoranza 29-28 per Sanchez. Divisa però su questo match anche la stampa specializzata, favorevole a De La Rosa ma solo per dieci giornalisti su sedici. Esattamente divisi a metà i fans. Per noi 29-28 De La Rosa.

Categoria
MMARUBRICHEUFC

ARTICOLI COLLEGATI