Genova capitale degli sdc, arriva Bellator!

card di kb ottima, quella di MMA in crescita

Si è tenuta l’altro ieri a Genova l’attesa conferenza stampa di Bellator 211, evento che si svolgerà questo sabato nel capoluogo ligure. In quanto testata online di settore abbiamo potuto partecipare e ascoltare direttamente dai protagonisti come sarà strutturato il gala e quali sono le finalità. Presenti in sala, oltre all’alta dirigenza Bellator (Boccotti, Cogan, Grab), il presidente di FIKBMS , il rappresentante CONI per la Liguria e le autorità cittadine.

Tra gli atleti c’era ovviamente Sakara, brand ambassador della promotion e atleta che sarà impegnato nel main event. Poi Kauppinen, il suo avversario, ma anche Daniels, Varga, Cangelosi, Di Luca e Campus. Non è passata neppure inosservata la presenza di Sage Northcutt, in vacanza e al seguito di Daniels.

La conferenza è durata una mezz’ora, non molto,  ecco in sintesi i punti importanti che siamo riusciti a cogliere

  • come annunciato l’incasso andrà a favore degli sfollati dopo i tragici avvenimenti che tutti conosciamo
  • Bellator ha confermato di aver un certo numero di eventi programmati in Europa e ha ribadito di voler tornare in Italia a breve termine
  • si è ventilato di ulteriori accordi e progetti futuri tra FIKBMS e Bellator anche se non si è scesi nel dettaglio
  • i rappresentanti del comune di Genova hanno dichiarato che sarebbero lieti di ospitare nuovamente Bellator in futuro
  • sono stati annunciati match di Savate prima dell’inizio della card vera e propria,  cosa importante per chi è a conoscenza del fatto che questa disciplina è da tempo al centro di discussioni “federative”.
  • a proposito di questioni federative,  la presenza del rappresentante CONI a fianco del presidente FIKBMS ci è parsa significativa
  • è stato chiarito il ruolo del Legionario che si occuperà tra le altre cose di segnalare giovani promesse ai talent scout Bellator
  • nonostante lo scetticismo di parecchi osservatori sembra che si vada verso il sold out

Della card vera e propria si è parlato poco,  comunque è ufficiale che i match saranno 16, 9 di kick e 7 di MMA. Eccoli, con la nostra consueta valutazione del tutto soggettiva.

KICKBOXING

Card sicuramente più che valida.  Rispetto alle precedenti edizioni la mancanza di Petrosyan si fa sentire ma rimangono altri campioni come Daniels, Varga, Gadji, Cangelosi che mantengono il livello molto alto.  Se la gioca con Bellator Roma per la migliore card dell’anno,  poi è questione di gusti.

MMA

Qui il discorso è più complesso,  ci sono aspetti in cui si nota un netto miglioramento ma anche qualche punto debole. Il livello medio degli atleti italiani presenti è sicuramente migliore (soprattutto paragonato alle card precedenti a Roma), quasi tutti presenti nelle prime posizioni dei ranking italiani  e anche il matchmaking ci sembra più centrato. Prima una gran parte dei nostri andava verso una sconfitta quasi certa,  ora hanno tutti le loro buone possibilità e in match non facili.   Di fatto quasi tutti sono difficili da pronosticare.  La freccia in giù riguarda i match finali che sono debolucci:  il co-main ha il suo fascino per la presenza di Gerges ma se fosse stato opposto ad un atleta italiano ci avrebbe coinvolto molto di più (magari ci hanno provato senza riuscirci)  Il match di Sakara ci sembra molto a favore del Legionario per esperienza, livello degli avversari affrontati in carriera e peso effettivo (Kauppinen non ha la stazza del medio massimo). Va anche detto che nelle edizioni precedenti è capitato più di una volta che fosse in palio una cintura,  in questo caso nulla.  Sommando tutto non la miglior card di MMA  che si può vedere oggi in Italia ma sicuramente buona e valevole del prezzo del biglietto,  oltretutto molto moderato.

Ci piace la direzione presa,  speriamo che Bellator torni presto in Italia e continui su questa tendenza.

Appuntamento per domani sera, stay tuned amici

DP

Categoria
BELLATORKICKBOXINGMMA

ARTICOLI COLLEGATI