DFS 11 MOMENT OF TRUTH DOMANI A BUCAREST

Domani 4 giugno a Bucarest si accenderanno i riflettori sullo show numero 11 di Dynamite Fighting Show, la promotion di Kickboxing (ma anche di MMA e boxe pro) fondata nel 2018 da Catalin Morosanu e da Alin Huiu. Un’organizzazione che, grazie agli ascolti TV ed ai conseguenti numerosi sponsor, non si è fermata nemmeno durante la pandemia e che in questo evento stabilirà un singolare primato. Sarà infatti la prima promotion al mondo a pagare i bonus (ma non le borse) degli atleti con criptovaluta.
Nel main event si sfideranno nei Massimi Leggeri Andrei Stoica e Pavel Voronin. È una rivincita del match a DFS 9 del 4 dicembre scorso, vinto per split decision da Stoica tra molte polemiche. Voronin si lamentò infatti di un mancato conteggio a Stoica per un colpo al corpo nel primo round mentre riuscì a farlo contare nel secondo. Nel terzo invece subì lui un conteggio dopo un low kick all’interno coscia che ha poi sostenuto essere in realtà un colpo all’inguine. Il rumeno (34 anni, 52-13 con 29 KO) è stato campione di categoria nella defunta Super Kombat, per anni una delle promotion leader nella Kickboxing europea. Ha combattuto anche nel K1 World GP, in Glory, in W5 ed in ONE. Proprio in ONE ha disputato il suo ultimo match, la sfida al campione dei Massimi Leggeri Roman Kryklia persa ai punti dopo 5 riprese e disputatasi solo 2 settimane dopo il match contro Voronin. Quest’ultimo viene dalla Moldavia, ha 35 anni ed un record di 31-10-3. Prima del match dal verdetto controverso del dicembre scorso aveva già affrontato Stoica due volte, nel 2015 (a Milano) e nel 2017 (a Marsiglia) ma in entrambi i casi la vittoria ai punti del rumeno fu netta.

Stoica e Voronin a DFS 9

Nel co main event, Florin “Rambo” Lambagiu, imbattuto da 3 anni, combatterà contro il pluricampione greco di kickboxing, muay thai e BJJ Petros Vardakas che nel 2018 ha anche combattuto per il titolo mondiale KOK.
Nella main card ci sarà poi il debutto di due leggende dello sport da ring.
Uno è il bosniaco Dzevad Poturak, ex partecipante alla K-1 Final 8, campione WAKO Pro e KOK, che affronterà il rumeno Ștefan Lătescu campione olimpico di boxe. Poturak arriva da 3 vittorie consecutive, tutte per KO, compresa la conquista del titolo KOK nei Massimi. Lătescu invece ha due successi di fila in DFS, con Florin Ivănoaie e Marius Munteanu.
Il secondo grande nome che combatterà per la prima volta in DFS è il lettone Konstantin Gluhov, uno dei combattenti più importanti nell’area ex-sovietica nella kickboxing. Gluhov (48 vittorie – 19 sconfitte) ha vinto i tornei K-1 Istanbul e K-1 Riga e nel 2018 ha raggiunto le semifinali della Tatneft Cup. Tra i suoi successi sono da ricordare quelli ai danni di Pavel Zhuravlev, Brian Douwes, Mighty Mo e Mourad Bouzidi. Il 4 giugno Gluhov affronterà Tanculet Iancu, l’attuale detentore della cintura DFS dei Massimi. Iancu ha avuto un 2020 clamoroso con 5 vittorie su 6 match, l’ultima per KO al primo round contro Costin Mincu.
Nei Medi, dopo due vittorie consecutive prima del limite, Cezar Buzdugan affronterà Andrei Ostrovanu al suo debutto in DFS. Nei Leggeri invece la rivelazione di DFS10, Sergei Zanosiev, incontrerà un altro debuttante nella promotion, Vlad Trif.
Florin Ivănoaie e Costin Mincu arrivano al loro match con stati d’animo diversi. Ivănoaie è reduce da una vittoria su Sebastian Lutaniuc mentre Mincu ha perso per KO contro Ionuț Iancu.
Di nuovo nei Pesi Massimi Marius Munteanu doveva affrontare Sebastian Lutaniuc che però si è infortunato e verrà sostituito da Florin Matei.
Il gala verrà trasmesso in diretta su Pro TV, Pro X e online in pay per view su SportExtra.ro.

Categoria
KICKBOXING

ARTICOLI COLLEGATI