Classifica Fighting Zone pesi welter – gennaio 2020

Eccoci arrivati ai pesi welter, una delle categorie storicamente piu’ “sentite” da addetti ai lavori e appassionati.  Ricordo le due semplici regole cui cerco di attenermi:

  • non si prende in considerazione chi non ha combatuto nel 2019
  • per determinare la categorie di appartenenza vale quello che è scritto nei principali database di settore

 

PESI WELTER

 

1 Stefano Paterno’ (13-3-1): Se non avesse perso per split contro Houston staremmo parlando del campione Cage Warrior e sarebbe imbattuto dal 2015. Quasi tutti gli avversari con cui ha combattuto negli ultimi anni sono di livello e all’esordio in Bellator ha impressionato. Potrei scrivere altro ma alla fine tutto si riduce al fatto che per me al momento è il 77kg piu’ forte che abbiamo in Italia. Valore aggiunto: non taglia peso. Unico appunto: complice un infortunioo ha un solo match nel 2019, poco. Mi auguro riesca ad alzare il ritmo nei prossimi mesi

Stefano Paterno’

 

2 Carlo Pedersoli jr (11-3): Grande talento, anche lui sarebbe un potenziale primo posto e il margine è esiguo, ma pesano anche le due ultime sconfitte, sebbene siano a livello UFC.  Nel 2019 un solo match, è fermo da parecchi mesi ma ha firmato per Bellator dove ha tutto per poter primeggiare.

 

3 Giorgio Pietrini (16-5-1): Lo scontro di un paio di anni fa con Paterno’ ci disse, al di la del risultato, che erano sullo stesso livello. Purtroppo in seguito una serie di noie fisiche ha un po’ fermato l’Orso Italiano. Dopo il rientro è 1-1 in Bellator, resta uno dei piu’ forti in assoluto ma deve riprendere ritmo, due match in due anni sono pochi. Da notare che i primi 3 della classifica sono tutti a Bellator, magari assisteremo a qualche derby nel 2020

 

4 Iuri Lapicus (13-0): Fighter che mi piace da sempre: potente e molto abile a terra e nelle transizioni. Il record si commenta da solo e ha fatto un gran esordio in ONE, non lo metto nei primi 3 per il fatto che il livello medio degli avversari affrontati in carriera non è come quello degli altri, ma se continua a vincere potrebbe essere questione di tempo

 

5 Gianni Melillo: Per questo guerriero vale pressapoco lo stesso discorso di Zecchi nella categoria leggeri: la carta anagrafica ha il suo peso anche se a 34 anni riesce a essere competitivo ad alto livello. Tanti match complicati, tante battaglie vinte o perse, sempre andando incontro all’avversario. Accettare Page con pochissimo preavviso gli fa onore, ma era compito quasi impossibile, vedremo cosa gli portera’l’anno nuovo

 

6 Cristian Brinzan (9-4): Atleta solido, di quelli che parlano poco e menano tanto.  Peccato che tra il 2016 e il 2018 ha combattuto poco per problemi vari, cio’ ha un po’ ritardato la sua esplosione. Ma ora è arrivato , la vittoria con Shell e anche la sconfitta ionorevole n Uzbekistan ci dicono che è uno con cui tutti dovranno fare i conti, in futuro

 

7 Daniele Miceli (9-3):  The Cyborg è atleta di esperienza, ha militato nelle migliori promotion nostrane e ha buon record. Ha vinto gli ultimi 3 match e le sconfitte sono arrivate per mano di gente forte. Un solo match nel 2019, a novembre, me lo aspetto piu’ attivo nei prossimi mesi anche perche’ la carta di identita’  è arrivata sul 32,

Daniele Miceli

 

8 Walter Pugliesi (7-2): Il Kraken ha buon record e soprattutto viene dai due match che hanno fatto una certa notizia a Bellator, contro Andrea Fusi.  E’ in crescita e ha bel potenziale che la guida di Amadori Garcia di certo riuscira’ a sviluppare

 

9 Wiseh Hammami (4-0): Uno dei nomi nuovi del 2019, prodotto dell’Hammer Team per cui ha combattuto quattro volte restando imbattuto. Il fatto che tra le sue vittime ci sia gente del calibro di Butuc e Ruotolo mi fa avere alte aspettative per il futuro

 

10 Michelangelo Colangelo (5-2): Una bella striscia di imbattibilita’, tra match dilettanti e pro, terminata con i match persi alle ultime uscite con atleti dell’est. Molto potente, ha un gran successo su Melillo nel palmares. Me lo aspetto in caccia di rivincite nel 2020

 

11 Livio Butuc (8-5-1): Bel fighter, giovane e aggressivo. A dispetto della giovane eta’ ha gia’ una discreta esperienza e ha trscorsi nelle migliori promotion nostrane.  Appena terminata la fase di apprendimento mi aspetto che salga di parecchio in classifica, i mezzi li ha

 

12 Andrea Fusi: (8-5):  Il Barbaro è sempre una sicurezza.  E uscito sconfitto dall’ultima battaglia ma veniva da tre vittorie in fila. Quando ha perso lo ha fatto solo con gente forte,  protagonista con Pugliesi a Bellator, non so se riusciranno a chiudere la trilogia ma sono fiducioso perchè hanno parecchio seguito

 

13 Arber Murati  (10-9-1):  Gran guerriero old style, i suoi match sono sempre battaglie e piace per questo.  Peccato per le ultime sconfitte, ma con lui i risultati fanno testo fino a un certo punto, il suo spettacolo lo fa sempre

Arber Murati

 

14 Matteo Ceglia (4-1) : Lo metto tra i welter ma si sussurra che dovrebbe scendere nei leggeri in futuro . Molto abile a terra, ha avuto una buona striscia prima del tentativo andato male a Cage Warrior.  Resta l’alto potenziale e ha tutto il tempo per rifarsi

 

15 Orlando D’Ambrosio (7-5): A me piace, a dispetto delle ultime tre sconfitte consecutive. Ha frequentazioni prestigiose e non si è mai tirato indietro, accettando spesso match parecchio difficili. Spero riprenda fiducia perchè puo’ ancora dare in questo sport

 

Anche questa è andata, la prossima volta parleremo di pesi medi, amici

 

Stay tuned,

Dp

Categoria
MMA ITALIANERUBRICHE

ARTICOLI COLLEGATI