Classifica Fighting Zone, pesi leggeri MMA – gennaio 2020

SIamo arrivati alla categoria dei pesi leggeri (lightweight),  il compito si fa piu’ complicato perchè c’è parecchio equilibrio. Ricordo le due regole fondamentali cui cerco di attenermi:

  • non si prende in considerazione chi non ha combattuto nel 2019
  • per quanto riguarda la categoria di peso degli atleti, vale cio’ che è scritto sui principali database del settore

 

PESI LEGGERI

 

1 Danilo Belluardo (12-5):  E’ stato un 2019 dolce-amaro per Caterpillar, la gioia dell’ingresso in UFC seguita dalle due sconfitte e l’uscita dalla top promotion.  E’ in testa alla classifica in virtu’ del fatto che i due che lo hanno battuto sono grandi fighter e perche’ ritengo che portarlo ad accettare quei matchmaking, soprattutto il secondo, sia stato illogico. Non gli è stata data la possibilita’ di poter mostrare le sue qualita’, speriamo che a Bellator nel 2020 riesca ad esprimersi al meglio.

Danilo Belluardo

 

2 Manolo Zecchini (9-2): Atleta esplosivo che ha tutto per primeggiare nelle classifiche future. Undici match pro a 23 anni sono un buon gruzzolo, le sconfitte hanno una loro storia: con Kocani si fece fregare da…un eccesso di temperamento finendo dentro a una triangle choke, con Mathiasen a Cage Warrior stava vincendo fino a quando si è infortunato ad un legamento.  Se mette insieme tutti i pezzi puo’ essere uno dei grandi protagonisti del 2020

 

3 Alessandro Botti (15-11):  Undici sconfitte di cui le ultime tre consecutive non dovrebbero permettere una posizione cosi’ alta, ma lui è il classico caso in cui i numeri da soli non bastano. Conta la qualita’ degli avversari e Botti in questo senso non si è mai fatto mancare nulla. Peccato per l’ultimo match, perso forse ingiustamente, con una vittoria sarebbe 1-1 in Bellator e con ottime prospettive. Resta il fatto che nel panorama italiano è uno di quelli da battere

 

4 Daniele Scatizzi (9-5): Sono molto contrastato nel dare una posizione a questo atleta. Fino al 2017 era una delle promesse piu’ limpide delle MMA italiche, poi scelte secondo me poco felici e infortuni in serie lo hanno praticamente bloccato. Perde 3 delle ultime 4, ma con atleti di un certo livello, unico motivo per cui lo tengo alto in classifica. Certo, un match nel 2018 e uno nel 2019, cosi’ è piu’ facile andare indietro piuttosto che avanti, speriamo che nei prossimi mesi cambi il trend

 

5 Leonardo Zecchi (15-10-1):  Altro atleta difficile da collocare, per una semplice questione anagrafica. Ha 40 anni, ha un team da seguire e ormai combatte per diletto, motivo per cui non l’ho lasciato nelle primissime posizioni, dove meriterebbe per la sua storia. Ma non lo faccio scendere troppo, per il semplice motivo che nessuno di quelli che lo precede lo ha mai sconfitto, anzi con Botti vinse in uno dei match piu’ belli della storia delle MMA italiche

 

6 Gianluca Rocca (6-0): con Rocca inizia una serie di atleti che hanno buon record e sono in rampa di lancio in attesa di vincere “il Match” che li proietti nelle MMA che veramente contano. Django è il primo della serie perchè secondo me è quello che ha battuto gli avversari mediamente migliori. Un solo match nel 2019 è poco, me lo aspetto molto attivo nel 2020, il potenziale c’è

 

7 Nicolo’ Solli (3-0):  Altro di difficile collocazione. Il bottino ci parla di solo 3 match vinti ma…ha esordito da pro meno di un anno fa e gia’ si è portato a casa due vittorie a Bellator. La prima fa meno testo perchè ottenuta con altro semiesordiente, la seconda contro atleta di maggior esperienza ci dice che ha un gran talento e sara’ una delle frecce italiche dei prossimi anni, soprattutto se continua ad allenarsi con costanza da Kavanagh, dove pare aver trovato il suo posto

Nicolo’ Solli

 

8 Alberto Ciardo (5-0):  Ennesimo rappresentante della “linea giovane” di Gloria. Uno dei piu’ promettenti dall’alto dei suoi cinque match vinti, tutti prima del limite.  Ha il mondo davanti e la guida di Riccardo Carfagna è una garanzia, se non perde il focus sara’ uno dei grandi di categoria dei prossimi anni

 

9 Davide Martinez (8-2):  Atleta talentuoso che tiene in alto la bandiera sarda. Il record è mollto buono, necessiterebbe di quella vittoria importante che lo proietterebbe in un altra dimensione. Speriamo che gli arrivi nel 2020

 

10 Greg Shestakov (7-1): Personaggio anticonformista e atipico, ottimo fighter soprattutto nel combattimento a terra. Rappresenta la scuola fiorentina di DogEatDog e ha tre match nel 2019, peccato per la sconfitta di misura all’ultima uscita

 

11 Matteo Caretti (5-0): Fighter che mi piace molto,  completo e aggressivo. Ha record immacolato ma il solo match combattuto nel 2019 è in controtendenza con i tre del 2018. Mi aspetto molto da lui,  spero di vederlo spesso in azione nei prossimi mesi

 

12 Oleg Ursoi (5-0): Unon dei nomi nuovi, forte del suo status da imbattuto dopo cinque incontri. L’ultima uscita contro un fighter solido come Seck Ndlobo lo colloca tra quelli da tenere d’occhio

 

13 Tudor Dermenji (5-4): Atleta solido, che da sempre la sua linea. Le vittorie contro Moricca e Ndlobo gli permettono di collocarsi in questa posizione

Tudor Dermenji

 

14 Eris Dano (4-1-1): Altro atleta di scuola fiorentina, è rimasto imbattuto fino all’ultima uscita, quando è stato sconfitto in Turchia

 

15 Francesco Moricca (8-5-1):  Guerriero nel vero senso della parola, combatte ovunque e con chiunque. I suoi match sono sempre divertenti, sono certo lo vedremo spesso anche nel 2020

 

 

Alla prossima uscita ci occuperemo dei pesi welter,

stay tuned amici

Dp

 

Categoria
MMA ITALIANERUBRICHE

ARTICOLI COLLEGATI