Carlo Di Blasi: “Petrosyanmania? Grande evento, è 100% Fight1

intervista al celebre promoter e presidente Fight1 in vista di Petrosyanmania

Una cosa che si può dire di Carlo Di Blasi è che è sempre molto disponibile. Al netto degli impegni una chiacchierata per parlare di fighting, atleti ed eventi non la nega mai,  conosce perfettamente le esigenze e i tempi della comunicazione e cerca di mettere gli interlocutori in grado di poter fare il loro lavoro.

In questo caso lo chiamiamo per parlare di Petrosyanmania Gold Edition,  evento che si svolgerà il prossimo 16 febbraio a Monza. Si tratta di uno dei cavalli di battaglia Fight1,  in pochi anni ha scalato le gerarchie e possiamo dire con certezza che al momento è secondo solo ad Oktagon.  Il collegamento è difficoltoso, Carlo è alla convention ISKA e GAMMA ad Amsterdam accompagnato da Paolo Biotti,  la linea va e viene per il maltempo ma siamo riusciti comunque a farci dare le sue impressioni sulla creatura di Armen Petrosyan.

FZ: Grazie mille Carlo per la consueta disponibilità

Di Blasi: Ciao, è un piacere

FZ: Allora,  parliamo di Petrosyanmania, Questa volta Armen ha fatto le cose in grande!  Credi che in futuro potrà continuare a crescere o siamo arrivati al limite del potenziale? Stiamo parlando di un evento con Giorgio Petrosyan e 4 match titolati.  Non è semplice fare meglio.

Di Blasi: Senza dubbio continuerà a crescere. Ogni edizione beneficia del “traino” dell’edizione precedente, la gente si ricorda se gli è piaciuta.  Tieni presente che servono due requisiti per definire un grande evento: è importante che sia confezionato bene e che i match siano di alto livello. In questo caso sono presenti entrambi,  quindi se quest’anno sarà un successo, il prossimo lo sarà ancora di più e così via.

FZ: Poniamo una asticella: il PalaCandy non è piccolo, quanta gente dovrà essere presente per poter parlare di successo?

Di Blasi: Guarda, io credo che un evento di questa portata possa realisticamente assestarsi attorno alle 2500-3000 presenze. Direi che superare i 3000 lo qualificherebbe come un grande successo,  ci sono tutte le possibilità perchè possa accadere. Tieni presente che sarà l’unica occasione per poter vedere Giorgio dal vivo.

FZ: Da promoter di successo ed esperienza,  come giudichi il lavoro di Armen? Ora alterna la carriera da atleta con quella da organizzatore di eventi. E’ bravo? Avrà un futuro davanti quando smetterà di combattere?

Di Blasi: Assolutamente si,  ha una innata capacità di capire e risolvere i problemi, ha molto occhio per i dettagli.  E’ come una spugna, si vede che quando gira per il mondo per i suoi match guarda tutto,  e assimila.

FZ: Ci stai dicendo che ha le caratteristiche per essere il tuo erede naturale?

Di Blasi: Negli anni in tanti sono stati additati come miei “delfini” ma questa volta credo che sia la volta buona. Armen ha tutte le qualità, è quello che più di tutti sta seguendo la mia strada,  con lui metterei anche Andrea Sagi e Bruno Botindari. Un Dream Team che qualunque federazione vorrebbe avere.

FZ: Veniamo ai match , partendo ovviamente da quello di Giorgio: il giapponese è ostico ma battere Petrosyan a casa sua è difficile a dir poco…

Di Blasi: Con gli avversari di Giorgio il problema è sempre lo stesso:  per ognuno di loro è l’occasione della vita e fanno di tutto per coglierla. Giusto stamattina ho parlato col manager del giapponese e mi ha detto che è carico a mille per questo incontro.

FZ: Scendiamo nella card, il co-main è quello di Negrea. Che versione di Alexandru vedremo? Ha passato un brutto periodo ma ora dice di essere rigenerato

Di Blasi: Senza dubbio il cambio di team e la possibilità di lavorare con i Petrosyan gli ha dato grandi benefici e credo che sul ring ce ne potremo accorgere. Ad Aspettando Petrosyanmania era ancora troppo presto,  ora mi aspetto una bella prova.  Negrea è uno di quelli che guarderò in maniera particolare,  pensando ad Oktagon.

FZ: Match femminile , quello della Michieletto:  la francese sembra ostica.

Di Blasi: Assolutamente,  ricorda che la Guenon ha battuto la Vincis che è atleta molto forte, anche se per onestà bisogna dire che Chiara ha avuto grande cuore ad accettare il match con pochissimo preavviso

FZ: Senza mezzi termini,  la Michieletto in questo momento è la numero 1 in Italia?

Di Blasi: Direi che in una classifica overall Martine è la numero 1, quella da battere.  Se invece parliamo di categorie ,abbiamo parecchie atlete forti in FIGHT1,  ad esempio seguirò con attenzione i prossimi impegni di Sveva Melillo, per dirne una.  E poi,  pare che stia per rientrare la più grande!

FZ: Indoviniamo, stai parlando di Veronica Vernocchi

Di Blasi: Si, lei ha vinto tutto,  atleta fortissima. Ecco,  un match tra Vernocchi e  Michieletto non mi dispiacerebbe, vedremo….comunque questo è il futuro,  ora Martine deve pensare alla francese

FZ: Passiamo a Lapicus:  ha appena firmato con te e corre voce di un imminente annuncio

Di Blasi: Ci saranno comunicazioni in merito quando sarà il momento,  qualche giorno dopo l’evento,  ora Iuri deve pensare a vincere questo match. E’ a un punto molto importante della sua carriera, non dico altro.

FZ: Facci capire: riguardo a Oktagon,  hai già deciso la card o il 16 febbraio sarà occasione per prendere decisioni su qualche atleta?

Di Blasi: Ovviamente la struttura è già delineata,  aspettiamo i risultati delle selezioni e,  si!  Ci sono alcuni match che guarderò con occhio diverso, in prospettiva futura, Ma sottolineo che non ci sarò solo io,  saranno presenti i più importanti promoter. Di fatto per chi vince a Petrosyanmania si aprono tante porte

FZ: Quali match seguirai in maniera particolare?

DI Blasi: Di Negrea vi ho già detto,  un altro che sono curioso di vedere è quello di Flumeri. Poi Valdinocci , gran match con Ajouatsa, difficile che arrivino ai punti. Poi, come non amare una battaglia tra Guiderdone e Di Marco? E anche Castro-Arquiquil lo seguirò con particolare attenzione. Questi sono i primi che mi vengono in mente ma non è detto che non ce ne siano altri

FZ: 16 match: uno meglio dell’altro,  non si può neppure andare in bagno che si rischia di perdere qualcosa di bello.

Di Blasi: Esatto,  e vorrei far notare una cosa:  a parte gli stranieri sono tutti atleti Fight1.   Ulteriore conferma della qualità che possiamo vantare,  non abbiamo nessun bisogno di andare a pescare fuori dalle nostre fila per creare un grande evento. Petrosyanmania ne è una chiara dimostrazione e di questo non posso che essere orgoglioso.

FZ: Grazie Carlo,  grazie della consueta disponibilità

Di Blasi: Grazie a voi,  ci vediamo tutti a Petrosyanmania.

 

L’appuntamento è fissato, dunque: 16 febbraio al PalaCandy di Monza.  Sarà una meravigliosa serata per gli amanti degli sdc, non potete mancare.

Biglietti www.clappit.it

Credits by Wagner Mela

Stay tuned, amici

Dp

 

 

 

 

 

Categoria
Uncategorized

ARTICOLI COLLEGATI