Cage FS 9: Brondani e Cortese alla conquista dell’Austria

Fra poche ore, a Graz, in Austria, si terrà una card di un discreto livello, il nono evento numerato del Cage Fight Series. La promotion Austriaca per questo evento si permette addirittura di mettere sotto contratto l’ex Campione UFC Pesi Massimi Ricco Rodriguez (54-26), il quale affronterà un solido fighter Tedesco Hatef Moeil (7-4).

Il motivo per il quale questa card ci interessa è principalmente un altro.

Fra i 28 atleti impegnati nei 14 match in programma, troviamo infatti ben due Italiani, vale a dire Alex Brondani (1-0) ed Enrico Cortese (1-2).

Due atleti ancora in una fase iniziale della loro carriera nelle MMA e che hanno chiaramente due obiettivi differenti per le loro carriere.

Brondani, 37enne, ha esordito tardissimo nelle MMA e, vista l’età è impossibile prospettare per lui una carriera fruttuosa; nonostante al suo debutto abbia vinto e convinto contro l’ungherese Zsolt Balasz.

In questo secondo match, nel quale cercherà di replicare il precedente successo, si troverà davanti il 40enne ungherese Dezso Bertalan; un avversario di comodo che, come il fighter italiano, decide di mettersi in gioco nonostante l’età avanzata.

Complimenti ad entrambi, non è mai troppo tardi.

Per Cortese il discorso è diametralmente opposto: parliamo di un ragazzo appena 21enne che ha avuto purtroppo già varie battute di arresto, ma del quale si parla molto bene. Ha debuttato 4 anni fa vincendo, poi per lui due sconfitte, una di queste contro il fortissimo Pietro Penini, ormai nome noto delle MMA Italiane. Poi un NC in India all’SFL e un inattività che dura dal 2017.

In questo periodo è impossibile capire realmente quanto questo ragazzo possa essere maturato. Sono passati due anni dall’ultimo match che, essendo finito in NC, non ha poi neanche fornito un effettiva idea del suo valore. L’ultimo match effettivo è infatti proprio quello contro Penini, tenutosi però 3 anni fa.

Sia a livello fisico che tecnico Cortese potrebbe essere ad un livello molto maggiore, e l’avversario è tutto tranne che irresistibile, motivo per il quale sarà interessante vedere il giovane italiano all’opera.

L’unico problema reale è che invece dell’attuale Vedran Soskan (0-3), l’italiano avrebbe dovuto affrontare un altro avversario, vale a dire Lovro Kristo (1-3), e questo porta ovviamente a dover cambiare per ovvie ragioni il gameplan.

Entrambi i fighter italiani partono comunque ampiamente favoriti, e una doppia vittoria è più che auspicabile.

Nella card appaiono comunque interessanti nomi, due su tutti

Joilton Santos (27-7), enorme prospetto brasiliano che potrebbe presto combattere a ben altri livelli, con già esperienza in M-1, ACB, Shooto Brasil, FEN e altre ottime promotion.

Niklas Stolze (10-3), interessantissimo nome che avrebbe dovuto affrontare Virgiliu Farsineac proprio in Italia a ICF 6. Il match è purtroppo saltato per via di un infortunio dello stesso Farsineac.

Categoria
ALTRE PROMOTIONMMAMMA ITALIANE

ARTICOLI COLLEGATI