Bellomo: “voglio lasciare un ricordo elettrizzante”

Altra intervista con obiettivo puntato su Ring Rules, evento programmato questo fine settimana al teatro Principe di Milano. E’ il turno di Danilo Bellomo, che se la dovrà vedere con Tommaso Venè.

FZ: Ciao Danilo,piacere di averti qui

Bellomo: Ciao, grazie a voi.

FZ: Parlaci di te: dove vivi e che fai fuori dal fighting

Bellomo: Abito in un paese in provincia di Milano vicino a San Donato Milanese. Ho dato la mia vita agli sport da combattimento, ma non solo: infatti oltre a essere un fighter e un insegnante di Kickboxing K1, di Pugilato, lavoro come personal trainer e istruttore di fitness funzionale.

FZ: Come è andata la scorsa stagione?

Bellomo: . Il 2018 è stata una stagione positiva nei risultati con due vittorie una al WTR all’Hurricane Club di Boffalora Sopra Ticino e una al Gorizia Challenge #8 a Gorizia, anche se condita da un alcuni infortuni che hanno rallentato la mia attività agonistica ma non la mia voglia di salire sul ring!

FZ: Vuoi ragguagliarci col tuo record aggiornato?

Bellomo: 20 match di cui 5 sconfitte, 1 pareggio e 14 vittorie

FZ: Parlaci del tuo team e di come ti trovi.

Bellomo: Il mio team attuale, la mia famiglia, con cui ormai convivo felicemente da più di 6 anni è la Thunder Milano. Un team capitanato dai Maestri Giorgio Castoldi e Christian Brenna, con l’aiuto dei nostri Pasquale Bertucci e Mattia Leali, grazie ai quali sono cresciuto come atleta ma sopratutto come persona. Ma la Thunder Milano è anche amici, compagni di botte e di avventure, campioni con cui divertirsi e puntare all’eccellenza nello sport che amo. Al di fuori della Thunder devo ringraziare la mia osteopata Bruna Chiavuzzi che mi supporta e mi rimette a nuovo per poter gareggiare dando il meglio di me.

FZ: Partecipi a Ring Rules, sensazioni?

Bellomo: Ripenso alla prima volta a cui assistetti a Ring Rules, nella splendida cornice dell’Idroscalo di Milano su una piattaforma galleggiante.  Mi tornano alla memoria i match al cardiopalma che vidi e mi emoziona immaginarmi calcare quel palco, quindi sono felicissimo di parteciparvi e ringrazio Stefano Stradella per l’invito.

FZ: Conosci il tuo avversario? Cosa pensi di lui e che match ti aspetti.

Bellomo: . Non conosco il mio avversario ma considerando la scuola da cui arriva mi immagino un match duro in cui il mio avversario avrà uno stile “Thai”.  Quindi bisognerà fare la guerra, ma solo quando lo deciderò io. Poi sul ring le tattiche stanno a zero, c’è l’avversario con cui fare i conti e ogni match ha storia a sè.

FZ: Guardiamo avanti, progetti futuri?

Bellomo: Ad agosto conto di andare in Giappone, dato che lì si trovano i più forti fighter di K1 del mio peso con cui desidero confrontarmi, allenarmi e fare un’esperienza di vita provando a immedesimarmi in una cultura così diversa dalla nostra. Mentre una volta tornato in Italia continuerò con: il mio corso di Kickboxing K1 che inizia a dare i suoi primi agonisti alla Kombat Academy di Vimodrone(Mi), il corso di Pugilato e di Kickboxing K1 all’Heracles Gymnasyum a Milano e alla Spartcus Team a Caleppio di Settala(MI).

FZ: Vuoi dire qualcosa a tutti coloro che verranno a vederti combattere?

Bellomo: Per tutti quelli che verranno a vedermi voglio solo dire che mi sto allenando per disputare un match che li elettrizzi e li faccia tornare a casa avendo un ricordo pari a quello che ho avuto io al mio primo Ring Rules da spettatore. Quindi vi aspetto numerosi al Teatro Principe in viale Bligny 52 Milano. Benvenuti a Bordo (ring).

 

Ringraziamo Danilo e gli auguriamo il meglio per il match che lo aspetta e per il resto della carriera. Per poter supportare degnamente lui e gli altri atleti ricordiamo che l’appuntamento è fissato con Ring Rules, vietato mancare.

Stay tuned, amici

Dp

 

Categoria
KICKBOXINGMUAY THAI

ARTICOLI COLLEGATI