Bellator Milano: tante luci, qualche ombra, ma sarà un grande spettacolo!

Ci siamo!  Sabato al’Allianz Cloud (ex Palalido) di Milano si svolgerà Bellator 230, uno degli eventi più importanti su suolo italico del 2019.   Come sempre quando si muovono le grandi promotion  l’aspettativa è alta e il fatto che questa edizione nasca, per la seconda volta, dalla collaborazione Bellator-FIKBMS, fa accrescere la curiosità degli appassionati.

Alcuni ci scrivono esortandoci a fare un paragone con Bellator-Fight1:  non cadiamo in questo errore amici; non è il caso di esasperare l’ambiente più di quanto non lo sia già creando conflitti anche dove non hanno ragione di essere. Diciamo solo che le caratteristiche sono diverse,  Fight1 ha il suo forte nella kickboxe e aveva logicamente caratterizzato la card in questo senso,  ora per la parte MMA si è alzata l’asticella.  Per il resto, come tutte la card, questa ha pregi e difetti, diamo una occhiata da vicino.

La card MMA prevede:

Sakara vs Grigsby

Carvalho vs Nemkov

Bahati vs Manhoef

Sidelnikov vs Barros

Paternò vs Reece

Solli vs Cassell

Zubco vs Gerges

Fusi vs Pugliesi

Macedo vs Mousah

 

COSA MI PIACE

Il livello è alto, interessanti i match stranieri, matchmaking che dovrebbe garantire spettacolo viste le caratteristiche degli atleti coinvolti. E’ una sfortuna che alcuni italiani (e due ex UFC) abbiano dovuto rinunciare per infortunio, altrimenti sarebbe stata veramente una card storica.

Ottimi gli abbinamenti dei nostri, tutti equilibrati.  Paternò sarà il più atteso,  Reece non è atleta semplice ma deve batterlo se vuole ambire ai piani alti della promotion. Solli ha fatto vedere cose interessanti all’ultimo match, vedremo se è in crescita.  Pugliesi, Fusi e Zubco meritano la chance che gli viene data, speriamo riescano a sfruttarla. In generale è apprezzabile il tentativo di coinvolgere i big italiani,  speriamo che il trend continui in futuro.  Questa parte della card, da sola, si merita che il pubblico accorra numeroso.

 

COSA NON MI PIACE

Tutta l’ammirazione di questo mondo per Sakara e tutto quello che ha fatto, personaggio ideale per fare da ambasciatore alle MMA,  atleta marziale tutto d’un pezzo….ma per trovargli questo avversario il matchmaker deve aver cercato col lanternino. Pescare fuori dal roster Bellator un 8-7 che ha perso 3 delle ultime 4 non mi sembra proprio il massimo.  So già che mi verrà obiettato che anche con Kauppinen si diceva lo stesso ma in quel caso almeno il record era buono (10-4 prima del match) ed era già presente nel roster. Insomma, non sarà così ma sembra proprio che non abbiano voluto correre il rischio di guastare la festa ai fan del Legionario anche stavolta.

Il match tra Zubco e Gerges, kickboxers di livello internazionale, annuncia fuoco e fiamme, solo non capisco una cosa:  hai una divisione dedicata alla kick, perchè farli combattere di MMA?  Di sicuro saranno allenati e pronti ma certo se avessero potuto esibirsi nella loro disciplina naturale sarebbe stato meglio.

Fusi-Pugliesi: due atleti validi ma c’è il rischio di vedere come svolgimento un match fotocopia rispetto a quello di Genova.  Non sono un amante delle rivincite e neanche di questa, avrei preferito vederli con altri avversari, sarà per la prossima.

La defezione di alcuni top italiani è stata una brutta botta, sarei stato più contento di vederli sostituiti da altri italiani. L’hype sarebbe stato maggiore ma capisco che magari Bellator ha una visione più globale e tanti atleti nel roster da far combattere.

 

La card della Kick prevede:

 

Allazov vs Sudsakorn

Varga vs Faustino (per il titolo)

Bessmertny vs De Domenico

Bonat vs Neguse

Hnatchuk vs Licheri

Avogadro vs Cecchetti

Mameli vs Szymansky

La Notte vs Jorand

Cangelosi vs Ross

 

COSA MI PIACE

Il livello è alto. Il match di De Domenico e quello tra Avogadro e Cecchetti (mezzo voto in meno perchè è un rematch ma resta valido) promettono scintille. La Notte e Cangelosi hanno tutta l’esperienza di questo mondo, si meritano il palcoscenico e forniranno uno spettacolo all’altezza.

Gli stranieri sono tutti duri e non vedo mismatch sulla carta, anzi sono ben studiati. Insomma, anche questa card, da sola, basta e avanza per invogliare un appassionato a passare la serata all’Allianz Cloud

COSA NON MI PIACE

L’abbinamento tra Allazov e Sudsakorn mi piace poco. A parte che li abbiamo già visti combattere in passato,  l’atleta thailandese sembra aver dato il suo meglio già da un po’, oltretutto il fatto di non combattere di muay lo svantaggia ulteriormente.

Varga -Faustino mi suscita emozioni contrastanti. Sono contento che Cristian abbia questa possibilità , ma non posso non notare che negli ultimi mesi ha avuto altre chance importanti e non ne è uscito vincitore. A Yokkao 39 con Saenchai , con tutto il rispetto non mi è piaciuto, sembrava intimidito al cospetto della leggenda. A Yokkao 42 contro Liam Harrison altra storia:  ha dato fiera battaglia ma l’inglese è veramente forte ed ha prevalso. Ora Varga, servirà il meglio per provare a prendere la cintura, incrociamo le dita.

Degli altri posso dir poco;  alcuni li ho visti combattere e sono validi ma ho sottomano le card degli eventi top italiani dello scorso anno e…. alcuni non ci sono o sono in posizione defilata. Mi chiedo se siano stati chiamati tutti i migliori. Speriamo che non finisca “all’italiana” e si cerchi di far favori agli amici più che dare soddisfazione ai meritevoli. Magari non è questo il caso ma , come si dice: “prevenire è meglio che curare”, anche in chiave futura.

 

Amici, vi esorto ad andare a Milano questo sabato, il mondo degli sdc ha bisogno che le top promotion, quando vengono qui, abbiano un riscontro positivo di pubblico, a prescindere da ogni altra cosa. Ci sentiamo lunedi per discutere dei risultati

Stay tuned,

Dp

 

 

 

 

Categoria
BELLATORKICKBOXINGMMA

ARTICOLI COLLEGATI