BELLATOR È RIPARTITA ALLA GRANDE

Dopo quasi 4 mesi di fermo Bellator è tornata in azione con il suo evento numero 255 e ci ha regalato una serata ricca di grande tecnica e grandi emozioni, a cominciare dal main event tra il campione dei Piuma Patricio Pitbull Freire ed Emmanuel Sanchez. Poco prima la promotion ha inoltre comunicato che Cris “Cyborg” (23-2, 1 NC) difenderà la cintura dei Piuma femminili contro Leslie Smith (12-8-1) il 21 maggio a Bellator 259. Le due si sono già affrontate ad UFC 198 5 anni fa e vinse la brasiliana per KO al primo round. Annunciate per lo stesso evento anche le sfide tra il n. 7 dei Leggeri Adam “The Bomb” Piccolotti (12-4) e il n. 10 Georgi “Insane” Karakhanyan (30-11-1, 1 NC) e tra l’imbattuto numero 7 Christian “Pain” Edwards (4-0) con Ben “Big Tuna” Parrish (4-1) nei Massimi Leggeri.

Tornando alla cronaca di Bellator 255 Patricio Pitbull Freire ha conservato la cintura dei Piuma finalizzando Emmanuel Sanchez che ha così subito la prima sconfitta prima del limite della sua carriera. Tutto è avvenuto nel primo round. Dopo un inizio guardingo da parte di entrambi a metà ripresa Freire ha centrato l’avversario con un gancio sinistro che lo ha mandato al tappeto. Cercando di rialzarsi subito El Matador ha lasciato incautamente il collo scoperto e il Pitbull non ci ha pensato un attivo: ha chiuso una ghigliottina ed è saltato in guardia provocando addirittura lo svenimento dell’americano. Questa vittoria porta il record dell’atleta carioca ad un totale di 32-4 con 12 Ko ed 11 subs all’attivo. Approda inoltre alla finale del World GP di categoria. In una data da stabilirsi si sconterà con l’imbattuto AJ McKee Jr per vincere la sesta difesa consecutiva del titolo ed il super premio da 1 milione di dollari.
E se Patricio era il favorito nel main event una sorpresa si è avuta invece nel co-main event in cui Jason Jackson ha sconfitto ai punti (29-28 X 3) Neiman Gracie.

Jackson ferma il double leg di Gracie

Ad impressionare è stato soprattutto il fatto che il giamaicano, ex campione Legacy e Titan FC, abbia messo in difficoltà nel grappling Neiman, un plurimedagliato ai mondiali di BJJ. In particolare è stato da applausi nel primo round quando, finito pancia a terra con Gracie sopra di lui in back mount, è riuscito prima ad evitare il mata leao, poi a girarsi sulla schiena ed infine a ribaltare il suo avversario. “The ass Kicking machine” è assolutamente da tenere d’occhio nel prossimo futuro.
È durato invece solo 3 minuti e 16 secondi il match dell’ex UFC e PFL Jack May che sostituiva Matt Mitrone in short notice contro Tyrell Fortune. L’ex campione NCAA Division II di Wrestling alla prima occasione lo ha portato a terra ed ha iniziato un devastante ground and pound che ha indotto l’arbitro a fermare l’incontro.
Debutto vincente e convincente quello di Usman Nurmagomedov, il cugino di Khabib, nella promotion di Scott Coker. Con il celebre parente all’angolo il daghestano si è imposto ai punti contro Mike Hamel. L’ex NCAA Division II All American ha tentato più volte di portarlo al suolo ma senza successo. Per contro Usman, che ha un back ground nella muay thai, ha mandato a vuoto i suoi colpi con delle schivate da manuale e lo ha martellato con i calci. Il russo sale così a quota 12-0 da pro. Ha solo 20 anni e grandissimi margini di miglioramento.

Usman Magomedov calcia Mike Hamel

La main card si era aperta con una vittoria per split decision della judoka giapponese e veterana di RIZIN Kana Watanabe sulla colombiana Alejandra Lara. Match molto intenso che a parer nostro doveva finire per 29-28 a favore della nipponica che riteniamo abbia vinto secondo e terzo round grazie alla sua superiorità nelle proiezioni e nel controllo a terra.
I preliminary erano stati invece chiusi da un atleta che in realtà meriterebbe eccome la main card. Parliamo di Magomed Magomedov, ex campione ACA ed unico atleta ad aver battuto il campione UFC dei Gallo Petr Yan. Doveva affrontare il campione Cage Fury Jared Scoggins che invece è stato sostituito 3 settimane fa da Cee Jay Hamilton. Il suo match è stato una specie di video didattico su cosa sono le MMA. Magomedov ha infatti sfoderato una serie di tecniche perfette nello striking, nel wrestling e nel grappling e, dopo un primo round da 10-8, nel secondo ha costretto l’americano alla resa con uno strangolamento dalla back mount. Speriamo di rivederlo presto contro un top fighter di categoria come Gallagher, Stots o Mix.

Magomed Magomedov

Grande tecnica si è vista anche tra Mandel Nallo e Ricardo Seixas. Successo per Nallo a 3’21’’ del primo round dopo un frontale al volto ed un superman punch che hanno costretto Dan Miragliotta a fermare il match. Il canadese sale quindi a quota 8-1-0-1 NC con 4 ko e 4 subs all’attivo ed un 3-1-0-1 NC in Bellator.
Ritorno nell’ottagono vincente per Khalid Murtazaliev 2 anni e mezzo dopo il suo ultimo match, un successo contro CB Dollaway in UFC. Dopo 3 round di vera guerra ha ottenuto un giudizio unanime dai giudici ai danni dell’allievo dei fratelli Freire Fabio Aguiar.
Il 6 volte All American di lotta greco romana e membro della nazionale USA ai Mondiali 2016 Chris Gonzalez, autodefinitosi “il miglior wrestler delle MMA”, ha portato il suo score pro a 6-0 (5-0 in Bellator) sconfiggendo al terzo round (resa durante il ground and pound) l’ex UFC e ONE Roger Huerta. Il match fino a quel punto era stato a senso unico in suo favore.
Jose Augusto Azevedo Barros dei Pitbull Brothers ha invece finalizzato l’ex UFC Jonathan Wilson con un triangolo di braccia a 2 secondi dalla campana del primo round. Da quando ha ripreso a combattere dopo 3 anni di stop nel 2017 questo atleta di 29 anni, che debuttava in Bellator, ha ottenuto 5 finalizzazioni in altrettanti incontri, le ultime 4 al primo round.
Roman Faraldo dell’ATT resta imbattuto (5-0, 2-0 in Bellator, in precedenza 6-0 da dilettante) avendo mandato Ko dopo solo 90 secondi Trevor Gudde che aveva esordito in Bellator lo scorso novembre con un Ko ai danni di Khonry Gracie.
La serata era stata aperta dal successo di Jordan Newman ai danni di Branko Busick per TKO al secondo round. Il fighter della Roufusport è un atleta da tenere bene d’occhio. Prima di passare alle MMA è stato campione nazionale e “wrestler of the year” in NCAA Division III.


BELLATOR MMA 255: Pitbull vs. Sanchez 2 Main Card

 

Featherweight World Title/WGP Semifinal Bout: C-Patricio Pitbull (32-4) defeated #2-Emmanuel Sanchez (20-5) via technical submission (guillotine choke) at 3:35 of round one

Welterweight Co-Main Event: #6-Jason Jackson (14-4) defeated #3-Neiman Gracie (10-2) via unanimous decision (29-28, 29-28, 29-28)

Heavyweight Bout:  #6-Tyrell Fortune (10-1) defeated Jack May (11-8) via TKO (punches) at 3:16 of round one

Lightweight Bout:  Usman Nurmagomedov (12-0) defeated Mike Hamel (7-5) via unanimous decision (29-28, 30-27, 30-27)

Flyweight Bout:  #5-Kana Watanabe (10-0-1) defeated #4-Alejandra Lara (9-4) via split decision (29-28, 28-29, 29-28)

 Preliminary Card

Bantamweight Bout: #6-Magomed Magomedov (18-1) defeated Cee Jay Hamilton (15-8) via submission (rear-naked choke) at 1:22 of round two

Welterweight Bout: Mukhamed Berkhamov (173.8)* vs. Herman Terrado (169.5) – Berkhamov missed weight, fight has been cancelled

Lightweight Bout: Mandel Nallo (8-1) defeated Ricardo Seixas (9-3) via knockout (strikes) at 3:23 of round one

Middleweight Bout: Khalid Murtazaliev (15-2) defeated Fabio Aguiar (17-2) via unanimous decision (29-28, 30-27, 30-27)

160-Pound Contract Weight Bout:  Chris Gonzalez (6-0) defeated Roger Huerta (24-13-1) via submission (strikes) at 3:01 of round three

Light Heavyweight Bout:  Jose Augusto (17-1) defeated Jonathan Wilson (9-3) via submission (head and arm choke) at 4:58 of round one

Welterweight Bout:  Roman Faraldo (5-0) defeated Trevor Gudde (2-2) via TKO 1:30 of round one

Middleweight Bout: Jordan Newman (3-0) defeated Branko Busick (2-2) via TKO (strikes) at 2:30 of round two

 

 

Categoria
BELLATORMMA

ARTICOLI COLLEGATI