Baneschi prima della sua sfida in Finlandia: “darò il meglio di me”

Questa settimana tutti gli occhi sono ovviamente puntati su Mauro Cerilli, il quale affronterà Brandon Vera per il titolo mondiale ONE.

Tuttavia, altri importanti fighters italiani hanno interessantissimi appuntamenti all’estero, e fra questi vi è sicuramente Davide Baneschi (13-6). Uno dei più forti pesi gallo italiani che dovrà affrontare l’esperto finlandese Janne Elonen-Kulmala (15-7-1) nella sua terra natia, nella parentesi del CAGE 45, ennesimo evento di una delle promotion più interessanti del nord Europa.

Per quest’occasione, abbiamo avuto la possibilità di scambiare due chiacchiere con il fighter di Cecina, membro chiave del Rendoki Dojo, una delle realtà più interessanti in Italia.

FZ: Benvenuto su Fighting Zone Italia Davide, è un piacere averti sul nostro portale. Partiamo però parlando subito del tuo prossimo match, che ti vedrà contrapposto ad un fighter molto solido come Janne Elonen-Kulmala, ragazzo finlandese che avrà il vantaggio di combattere in casa. Quali sensazioni hai per questo match?

Baneschi: «Ciao e grazie a voi per l’opportunità di poter dire qualche parola. Sinceramente il fatto di combattere in casa o fuori casa non mi crea particolari differenze, amo combattere e quindi ovunque sia va bene. Ovvio combattere in casa ha tutto un suo fascino, sia per il tifo che per le comodità del caso, ma comunque andare a casa sua non mi preoccupa, darò il meglio di me.»

FZ: Il tuo avversario, del quale si parla molto bene, viene però da un momento pessimo, con tre sconfitte e un pareggio nelle ultime quattro battaglie, che va rapportato al tuo parziale positivo due vittorie consecutive. Pensi di essere in un momento di forma particolarmente buono e di poter allungare questa striscia vincente?

Baneschi: «Sinceramente mi sento bene, credo di essere in un buon momento per me sia fisicamente che mentalmente, comunque le sue sconfitte sono avvenute tutte con gente veramente forte, quindi sarà comunque un avversario molto forte e determinato ad invertire la tendenza dei suoi ultimi match, io farò di tutto per confermare il mio periodo di positività.»

FZ: Nella tua carriera hai dato il meglio nelle fasi di lotta, trovando varie submission e diversi incontri vinti ai punti imponendoti sotto questo aspetto. Il tuo avversario ha invece spesso vinto prima del limite anche grazie ad un ottimo striking. A livello di game plan, c’è la priorità di portarla a terra oppure ti senti in grado di poter scambiare con un avversario simile?

Baneschi: «Credo di essere migliorato molto sotto tutti gli aspetti del combattimento, al Rendoki ci alleniamo bene su tutti i fronti e come detto cercherò di dimostrare che sono un ottimo fighter.»

FZ: Nell’ultimo match è arrivata una vittoria contro uno dei migliori fighters di categoria in Italia come Percy Herrera. A prescindere da come andrà il match contro il tuo prossimo avversario, c’è qualcuno della scena italiana contro il quale vorresti confrontarti?

Baneschi: «Al momento non mi interessa pensare al post match, ho questo impegno a cui devo dare tutto il mio impegno fisico e mentale e non mi va di lanciare sfide.»

FZ: Ti alleni, come è noto, al Rendoki Dojo, palestra della quale, insieme a Giorgio Pietrini, Chiara Penco e Ashley Rosi sei il maggiore esponente. Fra i ragazzi meno noti, c’è qualcuno che consiglieresti di seguire in chiave futura?

Baneschi: «Abbiamo ragazzi talentuosi sotto tutte le discipline e se devo fare qualche nome mi viene in mente Dario Bellandi impegnato in questi giorni ai mondiali IMMAF da detentore del titolo Europeo, Irene Cipriani (Kick Boxing) già campionessa del mondo, Simone Bartolucci (Kick boxing).»

FZ: Qual è il tuo obiettivo attuale nelle MMA? Punti semplicemente a vincere il più possibile o hai un punto di arrivo che ti sei fissato alla soglia dei tuoi 30 anni che cerchierai di raggiungere?

Baneschi: «Non ho particolari obiettivi, combatto e prendo quel che viene, mi piace quel che faccio e mi diverto a dare una mano a chiunque abbia impegni agonistici nel mio dojo.»

FZ: Ormai questo sarà il tuo ventesimo match in carriera, qual è il tuo più bel ricordo in questa tua avventura nella gabbia? E il maggior rimpianto se ce n’è uno?

Baneschi: «Il più bel ricordo credo sia la vittoria con Zecchi mentre rimpianti non ne ho, si vive match per match e non amo avere rimpianti.»

FZ: Grazie mille per il tuo tempo, buona fortuna per la tua battaglia in Finlandia, ti auguriamo di tornare a casa con l’ennesima vittoria in carriera!

Baneschi: «Grazie a voi e in bocca al lupo per il lavoro che fate.»

ph: Fabio Barbieri

Categoria
MMAMMA ITALIANERUBRICHE

ARTICOLI COLLEGATI