Armen: “Petrosyanmania è il circuito numero 1 in Italia”

Questo sabato, nella consueta cornice dell”Hurricane di Boffalora si svolgerà Petrosyanmania.  Ormai il format del circuito lanciato da Armen Petrosyan lo conosciamo: un evento di matrice italica ad ottobre che impegna principalmente atleti nostrani e buona parte dei suoi allievi,  un “Gold Edition” a febbraio, con campioni affermati, cinture in palio e ovviamente suo fratello Giorgio come stella assoluta. Funziona, ogni anno cresce il livello tecnico e crescono gli spettatori, a pochi giorni dall’evento è giunto il momento della consueta chiacchierata con Armen.

Allora, mancano pochi giorni al primo dei tuoi eventi, l’organizzazione è stata complicata?

Come sempre, ma ho uno staff affiatato e riusciamo a organizzarci in modo di risolvere velocemente i problemi.  Certo, le giornate sono piene: mi devo allenare in vista degli impegni agonistici, seguire i corsi in palestra e pensare a Petrosyanmania Ormai questo evento è definito e per quello di dicembre manca poco, sto lavorando a tempo pieno per quello di febbraio.

Aspetta, quale evento di dicembre?  Ne hai aggiunto un altro? Dove?

Per la prima volta ci spostiamo fuori dalla Lombardia, sarà un evento interessante ma per sapere di più dovrai aspettare conferenza stampa (domani assieme alla cerimonia del peso) in cui saranno rivelati i dettagli.

Ma quello di febbraio resta l’evento top, vero?

Si, Golden Edition a febbraio lascerà tutti a bocca aperta. Non voglio darti anteprime ma sappi che ci saranno due titoli mondiali, e ovviamente Giorgio, l’atleta che in tutto il mondo ci invidiano ma che solo noi possiamo avere, ONE a parte

Non vedo l’ora che arrivi febbraio, ma restiamo un attimo sulla card di sabato, ci sono dei match veramente interessanti, tra gli altri penso a quello di Flumeri, Negrea,  Gordi vs Guiderdone, Castro vs D’Isanto,Festa e Ruggiero che salgono di livello, Moricca…

Quello di Negrea sarà spettacolare, l’avversario è un picchiatore come lui, ci saranno i fuochi artificiali, Flumeri ormai è una certezza, è il numero 1 della sua categoria, Festa e Pongo si meritano questa occasione. Concordo con te, Castro vs D’Isanto e Gordi vs Guiderdone sono ottimi match, che starebbero bene anche nella card di febbraio.

Hai anche inserito la Savate e il Grappling

Il processo di crescita continua,  sono lieto di ospitare il match della Vincis e sono curioso di vedere il torneo di Grappling, oltretutto il vincitore parteciperà all’evento di febbraio

All’occhio attento non sfugge la presenza di Szimansky, primo allievo di Diego Calzolari a combattere in una card targata Fight1 dopo il passaggio di cui tanto si è parlato. Tu sei contento del suo approdo?

Si, con Diego ci conosciamo da tanto e i rapporti sono sempre stati buoni, è in gamba e ovviamente non gli sfugge il fatto che Fight1 è la porta d’accesso a ONE, Lion Fight e altre organizzazioni importanti. Per uno come lui, che ha allievi di un certo livello, è un aspetto fondamentale per poter continuare l’attività al meglio.

Hai nominato ONE, quindo non posso evitare di farti due domande, la prima è sul tuo prossimo match: quando combatti e con chi?

Vuoi troppo (ride), sai che gli annunci spettano a loro, ti posso dire che combatto prima di fine anno e con un atleta di livello che gli appassionati italiani conoscono bene.

La seconda: dicci qualcosa del match che tuo fratello ha vinto contro Sana. Il francese non ci ha proprio capito nulla.

Eh, Giorgio è il più grande di tutti, te lo dico non da fratello ma da atleta e appassionato. Sana è in gamba, oltretutto si trova particolarmente bene contro i mancini, ma non è riuscito a dare un colpo significativo a Giorgio in 3 round, una prestazione incredibile, nel match più importante.

Ho visto qualche tuo messaggio leggermente polemico in questo periodo, immagino rivolto a coloro che non vi apprezzano particolarmente.

Guarda, a me possono dire quello che vogliono, ma Giorgio non lo deve toccare nessuno, non se lo merita. Sono arrivato alla conclusione che la sua grandezza sarà apprezzata veramente quando si sarà ritirato: un atleta che ha una cura assoluta per ogni dettaglio, con un talento infinito e una umiltà unica. Appena arrivati da Tokyo, dopo una vittoria simile sai cosa ha fatto? Ha preso i colpitori ed è andato ad allenare i suoi ragazzi, lui è così. Alla conferenza stampa post evento gli altri atleti lo veneravano, hanno chiesto foto, autografi. Alcuni, come Demetrius Johnson (campionissimo di MMA) gli hanno detto che vogliono venire a Milano per potersi allenare con lui.  Sinceramente mi sembra che all’estero sia maggiormente riconosciuto il suo status di campione assoluto

Anche qui in Italia, dai…

Si, ha tantissimi tifosi, ma ci sono alcuni addetti ai lavori, per fortuna pochi e sempre gli stessi, che parlano, parlano… Non hanno fatto un millesimo di quello che ha fatto Giorgio, ma non perdono occasione lo stesso di parlare. Ormai li ho inquadrati comunque, stai certo che con me si sono tagliati tutti i ponti, a rimetterci sono loro.

Quindi rivedremo in azione tuo fratello a febbraio per Petrosyanmania Golden Edition?

Si, come ho detto prima, siamo gli unici che possono averlo, i tifosi verranno in massa, come gli anni scorsi

Tra l’altro mi sembra che dopo Monza vuoi fare un altro passo in avanti, andando all’Allianz Cloud

Aspettavo solo che diventasse agibile. Scrivilo pure, Petrosyanmania in questo momento è l’evento numero 1 in Italia, e crescerà ancora.  Nessun gala è come il mio, gli altri si appoggiano a grandi promotion internazionali, io faccio tutto da solo e mi sembra che i risultati si vedano. Poi considera che compresi gli eventi dilettantistici sono sette quelli che organizzo in un anno. Sette occasioni date agli atleti per combattere, conosci qualcuno che fa altrettanto?  

Infatti mi chiedo dove trovi il tempo di pensare a combattere, e se stai iniziando a pensare a un futuro post agonistico

Sacrifici, tanti sacrifici! Certo che ci penso, ma ho ancora obiettivi come atleta: combattere  per ONE difendere la cintura ISKA che detengo da parecchio tempo… Comunque di certo continuerò fino a quando lo farà mio fratello, quando arriverà il giorno ci ritireremo insieme. Adesso ci spingiamo e motiviamo a vicenda, non ha senso pensare di stravolgere le cose.

Ultima domanda: tanti atleti hanno aperto palestre e filiali in mezzo mondo,  voi avete un cognome di spicco, non  pensi di poter fare lo stesso in futuro?

Per l’estero non è in programma nulla, perlomeno in questo momento. Tengo molto alla qualità dei centri che si appoggiano a noi,  troppo lontani sarebbero complicati da monitorare, ma non escludo nulla. Invece è un progetto reale quello di aprire una accademia in centro Milano, speriamo di poterla realizzare in tempi non troppo lunghi.

 

Ringraziamo Armen Petrosyan, come al solito molto disponibile e altrettanto diretto nel rispondere alle domande. L’appuntamento è ormai fissato amici, domani sera si farà la cerimonia del peso e sabato si combatte. Un vero appassionato non può mancare,

stay tuned

Dp

 

 

 

 

 

 

Categoria
ALTRE PROMOTIONKICKBOXINGMMAMUAY THAI

ARTICOLI COLLEGATI