Alex Ajouatsa: “non vedo l’ora di incrociare guanti e tibie con lui”

intervista a Black Lion in vista del suo match contro Valdinocci a Petrosyanmania

Avanti con le interviste agli atleti che combatteranno a Petrosyanmania Gold Edition,  evento in programma al PalaCandy di Monza il prossimo 16 febbraio.  E’ il turno di Alex “Black Lion” Ajouatsa,  atleta ormai stabilmente nelle posizioni di vertice dei ranking Fight1 e che se la dovrà vedere con Jordan Valdinocci in un match attesissimo.

FZ: Ciao Alex, grazie per essere qui

Ajouatsa: Ciao, grazie a voi

FZ: Domanda classica alla prima intervista per conoscere meglio: dove vivi, cosa fai al di fuori del fighting

AjouatsaHo 23 anni e sono di nazionalità camerunese, ma sono cresciuto in italia e mi sento italiano a tutti gli effetti. A giugno 2018 ho terminato gli studi e ho iniziato subito la mia avventura nel mondo del lavoro, attualmente lavoro come manutentore in un’azienda metalmeccanica, anche se in realtà mi sono diplomato come elettricista.

FZ: Puoi aggiornarci sul tuo record attuale?

AjouatsaIl mio record attuale è di 24 match dei quali 16 vinti, 4 vinti per ko, 5 persi e 3 pareggi

FZ: Match preferito in carriera?

Ajouatsa: Il mio match preferito fu uno dei molti disputati durante i Mondiali 2017.  Mi trovai a combattere in semifinale contro un fortissimo atleta della mongolia, Shayakhmyet Islamallabyek, quella fu una vera e propria battaglia dove entrambi avevamo un’obbiettivo comune, quello di arrivare in finale, e fortunatamente il privilegio l’ho avuto io.

FZ: E uno che vorresti poter ripetere

AjouatsaMi piacerebbe ripetere il match che ho disputato il 9 giugno 2018 contro Florenzo Pesare al Cage Warrior. Era la selezione finale che dava l’accesso a Bellator, io ero e sono attualmente il secondo nel ranking nazionale delle selezioni Oktagon e Florenzo Pesare era il primo.  Nessuno mi ha regalato nulla, per aggiudicarmi la finale per Bellator, la Federazione mi ha imposto di fare uno Slam a 4 in occasione di Night Warriors 2018, e chi avrebbe vinto avrebbe potuto contendersi la Finale con il primo del Ranking, e così è stato. Vinto lo Slam mi ritrovo a combattere con il primo del Ranking, ma al primo round il mio avversario mi da una testata involontaria che gli causa un taglio sopra alla fronte.  Dopo diversi stop dell’arbitro siamo arrivati a circa 2 minuti e qualche secondo, dove il medico dichiara la fine del match per ferita.  Quella per me è stata una grossa delusione, dura da mandare giù perché da regolamento è stato dichiarato il no contest dai giudici, ma sta di fatto che la classifica è rimasta invariata quindi a Bellator è andato Pesare.  Sono convinto che il match lo avrei potuto vincerlo se solo avessi avuto la possibilità.

FZ; Parlaci del tuo team di appartenenza

Ajouatsa: Io sono nato e cresciuto con il Team Kombat Sports Italia capitanato dal mio Maestro Alfonso De Vito, il quale mi ha fatto diventare quello che sono oggi, senza scorciatoie. Per me Alfonso non è un semplice Maestro ma è il mio secondo padre, mi ha insegnato tutto dalla preparazione atletica al combattimento.  In più mi ha sempre aiutato a raggiungere i miei obbiettivi, ha plasmato mia passione e ne ha fatto un vero e proprio stile di vita. A mio avviso quello che contraddistingue il mio team è la competenza e la professionalità con qui si portano avanti con umiltà.  Progetti per il bene comune! Io con il mio team mi trovo benissimo per me è una Famiglia sulla quale si può sempre contare.

FZ: Combatti a Petrosyanmania, sensazioni?

AjouatsaSono onorato di partecipare a Petrosyanmania Gold Edition, penso che sia uno degli Eventi più importanti che ci sia in Italia. Il fatto che combatta Giorgio Petrosyan e che ci siano più titoli in palio lo rende un’evento unico, quindi una grande e bellissima vetrina.

FZ: Veniamo al match che ti attende,  conosci il tuo avversario?

AjouatsaNon conosco personalmente il mio avversario, ho solo visto qualche suo match in rete.  Da quello che ho potuto vedere è un’atleta tecnicamente completo, molto bravo sia di braccia che di gambe.

FZ: Che match ti aspetti?

Ajouatsa: Io non faccio mai previsioni sui miei match perché ogni incontro è a se. Che sia un match tattico o di guerra lo deciderà il ring, quello che posso dire è che farò del mio meglio per portare a casa la vittoria.

FZ: Vuoi dire qualcosa a coloro che verranno a vedervi combattere?

AjouatsaSaluto il mio avversario e gli dico che non vedo l’ora di incrociare i guanti e le tibie con lui. Al pubblico che verrà a vedere dico che come sempre darò spettacolo senza risparmiarmi e risparmiare, e comunque vada sarà un match spettacolare. Vi aspetto numerosi ad un evento assolutamente imperdibile.

Ringraziamo  Alex e gli auguriamo il meglio per il match che lo attende e per il resto della carriera. Per vederlo in azione non dovete far altro che accorrere a Monza il prossimo 16 febbraio,  c’è aria di evento imperdibile!

Stay tuned, amici

Dp

Categoria
KICKBOXING

ARTICOLI COLLEGATI