Al via gli Europei IMMAF-WMMAA 2019 a Roma!

Le MMA dilettantistiche, al loro massimo livello, approdano a Roma.

Quando e Dove:

 

Oggi, 18 giugno, si sono infatti tenuti i Check-in dell’evento che si terrà al PalaPellicone, patrocinato, oltre che da IMMAF e WMMAA, anche da FIGMMA e soprattutto da UFC, che ha pescato, per esempio, l’ex campione mondiale del 2014 Alessio Di Chirico.

E infatti chiaro che, sebbene solo una piccola percentuale degli atleti che partecipano a questi eventi riesce ad imporsi anche a livello professionistico, alcuni di essi sono poi riusciti a fare davvero bene una volta fatto il grande salto.

L’evento durerà fino a domenica 23, quando si terranno i match finali, giornata nella quale, inoltre, noi di Fighting Zone seguiremo l’evento live.

La struttura e le stelle:

Fra gli atleti da tenere d’occhio vi è sicuramente Delyan Georgiev, 2 volte campione del mondo e 26-0 da Amateur, fighter che sicuramente farà bene anche al passaggio a professionista.

Da tenere d’occhio anche i campioni in carica:

Eryk Walecki, Polonia
Janika Antinmaa, Finlandia
Trevor Makengo (Jr), Irlanda
Eduard Kexel, Germania
Frida Vastamaki, Svezia
Roan Crocker (Jr), Galles
Jenna Horto, Finlandia
Axel Sola, Francia
Anna Gaul, Germania

Interessanti nomi anche quello del giapponese Reo Yamaguchi, campione d’Asia e vice campione del mondo a livello Jr, oltre che i due campioni del mondo in carica, Pasha Kharkhachaev, fighter del Bahrain e Lee Hammond, Irlandese.

Grossa novità per questa edizione è l’aumento delle fighter donna, quasi raddoppiate rispetto alla precedente edizione, dettaglio che segnerà una grande crescita del livello femminile.

Molti anche gli atleti campioni nella categoria Jr(Under 21), che salgono quest’anno fra i Senior e dovranno imporsi contro avversari più esperti.

Detto questo, è inopportuno dire che al momento lo sviluppo del torneo sia al suo massimo livello; nessuna delle 32 categorie fra Senior e Junior ha riempito il bracket da 32 o 16, con alcune divisioni, come la Lightweight femminile che conta appena 3 atlete, che andranno immancabilmente tutte a medaglia, cosa abbastanza bruttina da vedere ai massimi livelli europei (E mondiali, dato che partecipano anche federazioni fuori dai confini dell’Europa).

Anche il livello, purtroppo, sembra essere molto vario, fra ottimi fighter che potrebbero combattere domani fra i pro e dare fastidio a discreti nomi e debuttanti/semi-debuttanti di livello bassissimo.

L’Italia:

L’Italia, da paese ospitante, non è la nazione che porta più atleti, ma riesce comunque a piazzarne 21 fra le varie categorie su 294 partecipanti totali, i quali saranno guidati dai Coach Fabio Ciolli e Francesco De Tulio.

I più interessanti dei nostri ragazzi, se dovessimo fare un nome fra i Senior e uno fra i Junior sono probabilmente Emanuele Palumbo (12-5, LW, campione Cage Warriors, sicuramente il migliore prospetto italiano) e Francesco Galbo (6-1, Jr. FW), con vari nomi che potranno comunque portare diverse medaglie a casa.

Auguriamo buona fortuna a tutti, e speriamo di vedere tanto tricolore anche durante il giorno finale!

Categoria
Uncategorized

ARTICOLI COLLEGATI